Home » Teatro

Teatro

A casa Cechov tutto bene, per ora

Sabato 22 aprile debutta lo spettacolo della compagnia I4senza

Da Goldoni a Cechov il passo sembrerebbe azzardato ma, come dice Popova (L'orso), "è soltato un'impressione". Quello che affronteranno I4senza è un Cechov più "leggero", che nel 1898 si dedicava ad opere in stile vaudeville. Commedie borghesi ambientate nella steppa, non lontane da quelle in scena tra i canali veneziani. Cambiano i luoghi e i costumi, rimangono i litigi e le maschere.

 35 Visite totali

Il “Primo Levi” a Torino con Medea

Nei giorni 30 e 31 marzo 2017 la compagnia teatrale Maieutikè del Liceo "Primo Levi" di San Donato Milanese ha portato in scena al "Premio Dioniso" di Torino la tragedia "Medea" di Euripide (rappresentata per la prima volta nel 431 a.C. ad Atene).
Insieme al "Primo Levi" altri sei licei, provenienti da diverse parti d'Italia, hanno partecipato con tragedie e commedie appartenenti, per lo più, al repertorio di drammaturgie del mondo classico.
L’agone ha avuto inizio con "Medea": un tripudio di danze, musica, canti, versi in greco, disperazione, follia, coinvolgimento e pathos, fermezza e passione.  
Gli attori sono entrati in scena indossando i costumi che, una volta dentro la vicenda, son diventati la loro pelle.

 53 Visite totali

Le Baccanti di Euripide al “Primo Levi”

Il nostro liceo “Primo Levi” ha ricevuto uno straordinario onore. Noi studenti siamo stati partecipi di un’esperienza unica nel suo genere: l’auditorium per due giorni, il 7 e l’8 marzo, ha subito un’inaspettata metamorfosi, trasformandosi nella pòlis dalla sette porte, Tebe, accogliendo le sempre innevate distese del monte Citerone, risuonando dei potenti ed incisivi colpi di un tamburo, delle  dolci e sottili melodie di un flauto e delle ritmiche ed eleganti vibrazioni delle corde di una chitarra tramutatasi in cetra nella mistica atmosfera da cui siamo stati avvolti.
Il nostro palco è stato calcato dagli studenti del terzo anno dell’INDA, l’Istituto Nazionale del Dramma Antico di Siracusa, giovani di eccezionale talento, affiancati dal Maestro Carlo Boso, direttore del Thèatre de Montreuil di Parigi.

 41 Visite totali

Amori e Baruffe…ma solo per beneficenza

Sabato 28 novembre, I4senza interpretano l'amore secondo Goldoni

Dici "Goldoni" e subito una schiera di personaggi irresistibili e chiassosi invade l'immaginazione. La locandiera o Gli innamorati? Le smanie per la villeggiatura o Le donne curiose? Ma perchè scegliere se si possono avere Mirandolina, Giacinta, Eugenia, Florindo, Fulgenzio e il Cavaliere tutti insieme, sullo stesso palco, per una serata divertente e, per di più, a scopo benefico? Sabato 28 novembre, la Compagnia I4senza e l'associazione Assia Onlus vi aspettano al Teatro-Oratorio di San Donato (Piazza della Pieve, San Donato Milanese) per una serata dedicata al più classico degli autori nostrani: Carlo Goldoni.

Il maestro deve partire (il re e l'arte lo chiamano in Francia, a Parigi) e chiede che le attrici lo aiutino a sistemare le proprie cose. Ma dietro le quinte di un teatro chiuso, distrarsi è un attimo: ogni oggetto evoca un momento vissuto e un personaggio interpretato. Le commedie del drammaturgo veneto irrompono sul palco e interrompono di continuo la preparazione dei bagagli. Riuscirà, infine, il drammaturgo a partire?

 19 Visite totali

In ricordo di Sandro Pertini: “con la cravatta rossa”

E’ iniziato venerdì 20 Febbraio il ciclo di spettacoli teatrali proposti dall’Assessorato alla Cultura di San Giuliano Milanese, con ingresso gratuito. Eventuali offerte andranno alla Consulta delle Associazioni Culturali.

In cartello c’era “Con la cravatta rossa”, a cura del gruppo “La Manifattura”. Tre bravi elementi, Filippo Urbano alla chitarra, Dario Gelmetti, 2a voce e autore, Luca Visconti che dà la voce al protagonista guidati dalla regia tecnica di Fabio Cassanmagnago . che portano in scena la parola di Pertini, un dialogo accompagnato da musica “tra chi c'era prima e chi ci sarà dopo”, in occasione dell'anniversario della morte di Sandro Pertini.

 45 Visite totali

RecSando presenta: Volti di donne di un tempo

                                                                                                                                                                   Città di Melegnano

  Assessorato alle Pari Opportunità

‘Volti delle donne di un tempo’, Spettacolo teatrale
Al Castello Mediceo di Melegnano (Mi) il 7 marzo 2015 alle ore 18,00

Promosso da Recsando (Rete Civica San Donato Milanese e Sud Est Milano) con l’adesione

 41 Visite totali

Recsando ti invita a Teatro… Volti delle Donne di un tempo

Promosso da Recsando (Rete Civica San Donato Milanese e Sud Est Milano) con l’adesione dell’Associazione Regionale Pugliesi di Milano e dell’Associazione Culturale Orizzonte di Poggiardo-San Giuliano Milanese, con il patrocinio dell’Assessore alle Pari Opportunità Raffaela Caputo del Comune di Melegnano (Mi), “Volti delle donne di un tempo”, scritto e diretto da Paolo Rausa, sarà rappresentato dalla Compagnia teatrale Ora in Scena! al Castello Mediceo di Melegnano il 7 marzo, in occasione della Festa della Donna, alle ore 18,00.

 33 Visite totali

Dalla terra la vita

Lo spettacolo teatrale ‘Dalla terra la vita’ è promosso dalla Associazione Regionale Pugliesi di Milano e dalla Associazione Culturale Orizzonte con il patrocinio della Città metropolitana di Milano ed Expo Milano 2015 Padiglione Italia, allestito dalla Compagnia Ora in Scena! allo Spazio Oberdan di Milano il 10 marzo 2015 alle 20,30 sui temi di Expo 2015:

‘Nutrire il pianeta, Energia per la vita’. È un percorso sulle condizioni della terra, spossata nel corso dei secoli dalle attività umane inquinanti, e sui bisogni dell’umanità, ipertrofica e derelitta, alla continua ricerca di soddisfacimento dei diritti all’istruzione, all’alimentazione naturale per tutti, alla salute, ecc.

 48 Visite totali

San Donato …la sensazione di un insolito viaggio nel tempo

Ancelle, odore di leccornie di ogni genere, artisti di strada. La musica della cetra si diffonde e un gruppo di ballerine inizia una danza sensuale. All’improvviso una voce potente declama la tragedia di Edipo, un coro si unisce al suo canto. Tutto intorno chitoni, toghe e corone di fiori e di alloro.
Non ci troviamo nella Atene di Pericle, ma nei corridoi dell’Omnicomprensivo di San Donato Milanese.

 241 Visite totali,  2 visite odierne