In ricordo di Sandro Pertini: “con la cravatta rossa”

E’ iniziato venerdì 20 Febbraio il ciclo di spettacoli teatrali proposti dall’Assessorato alla Cultura di San Giuliano Milanese, con ingresso gratuito. Eventuali offerte andranno alla Consulta delle Associazioni Culturali.

In cartello c’era “Con la cravatta rossa”, a cura del gruppo “La Manifattura”. Tre bravi elementi, Filippo Urbano alla chitarra, Dario Gelmetti, 2a voce e autore, Luca Visconti che dà la voce al protagonista guidati dalla regia tecnica di Fabio Cassanmagnago . che portano in scena la parola di Pertini, un dialogo accompagnato da musica “tra chi c'era prima e chi ci sarà dopo”, in occasione dell'anniversario della morte di Sandro Pertini.

Sprazzi della vita del Presidente più amato dagli Italiani, fin dalla sua adolescenza, passando per il periodo dell’insorgere del fascismo, e poi dal terribile periodo della prigionia e del confino. La tragedia familiare del fratello e una bella intervista di un famoso giornalista. Il tutto inframmezzato da canzoni dal vivo eseguite da Filippo, tratti da: Buio Pesto, Pertini – Alessio Bertallot, L'uomo che tiene il volante – Antonello Venditti, Sotto la pioggia – Nomadi, In piedi – Nicolò Fabi, un'idea – Pino Daniele, Je so'pazzo – Sergio Caputo, Il Garibaldi innamorato oltre ai brani originali dello stesso chitarrista e letture di brani significativi nella sua vita.
{gallery}https://www.flickr.com/photos/recsando/sets/72157648818519284/{/gallery}
Alla fine della rappresentazione sono andata a complimentarmi , e ho rivolto loro questa domanda: come vi siete sentiti a recitare avendo davanti le sedie VUOTE di un Teatro? Si perché il dilemma iniziale è stato se andare in scena comunque…All’inizio ho contato me e fotografo di RecSando compresi, 18 persone. Durante la rappresentazione 8 avventori hanno lasciato il Teatro, e siamo rimasti in dieci. In un teatro di 400 posti. Gli applausi, sinceri, mi avevano messo solo tristezza. Mi hanno confermato che è stata la prima volta. Si aspettavano la presenza almeno dei vecchi Socialisti, ma questi o non sono stati avvisati…o son tutti juventini, e son rimasti a casa a veder la TV.
Cosa non funziona? La comunicazione? I canali di diffusione?
C’è repulsione verso iniziative “impegnative e serie”. Come si può invogliare a partecipare a eventi culturali oltre la musica e il Cabaret?
Perché fa rabbia, di questi tempi, senza nulla togliere alla professionalità degli attori, sapere che si sono spesi dei soldi di tutta la città, a beneficio di otto persone.

Noi di RecSando ci siamo stati, e abbiamo deciso di dare ampio spazio a questa iniziativa, realizzando dei supporti multimediali, affinchè possa essere ricondivisa nei social network, riascoltata, vissuta. Abbiamo pensato di farla vivere attraverso la rete con un pubblico virtuale.

Abbiamo realizzato un video senza audio, appositamente voluto per darvi modo di concentrare la vostra attenzione sul bellisismo servizio fotografico
 

 

E se volete, niente è perduto, grazie al podcast della serata, potete godervi lo spettacolo in versione mobile, ovunque voi siate 🙂

 

Con la cravatta rossa”, a cura del gruppo “La Manifattura” in ricordo di Sandro Pertini by Recsando on Mixcloud

 

Redazione RecSando Angela Vitanza – Foto Luigi Sarzi Amadè