Home » Bicipolitana Network

Bicipolitana Network

Le Nutrie dell’Oltrepò – gruppo cicloescursionistico diventa un dipartimento di N>O>I

Il Gruppo Cicloescursionionistico “Le Nutrie dell’Oltrepò” diventa un dipartimento dell’ Associazione N>O>I e opera in sinergia con Bicipolitana Network per l’organizzazione di eventi sul territorio nazionale.

Verranno organizzate uscite sia su asfalto sia su sterrato il più possibile adatte a tutti, dove al di là dei percorsi cercheremo di inserire luoghi di interesse storico-paesaggistico, e luoghi di interesse come ad esempio castelli, cascine, boschi e altro coinvolgendo anche  i Comuni,  associazioni ed esercizi commerciali al fine di favorire il consumo al chilometro zero.

Il Dipartimento avrà una sua autonomia di “movimento”

Lo staff direttivo è composto da Mattia Raimondi, Andrea Balbis e Roberto Scarpini.

 13,823 Visite totali,  5 visite odierne

Assessore alla Mobilità – Gianfranco Ginelli

Lettera all’Assessore alla Mobilità – Gianfranco Ginelli

Buongiorno Assessore Gianfranco Ginelli,
Le scrivo in veste di presidente dell’Associazione N>O>I per vari motivi:
 
1) Nostre Osservazioni al Biciplan abbiamo avuto una risposta circa la certezza che le nostre osservazioni verranno discusse. Non c’è una tempistica. Avendo ottemperato in modo corretto , seguendo i canali istituzionali, pretendo delle risposte certe.
 
 
2) Emergenza post COVID  – E’ sempre più urgente installare rastrelliere per uso privato a vostre spese per incentivare quello che anche Lei sostiene, ovvero lo sviluppo della mobilità ciclabile. L’incentivazione all’uso della bicicletta deve fare in modo che chi la usa non si senta insicuro quando arrivato in prossimità di un esercizio commerciale non sappia dove legarla ( palo della luce, cancello condominiale ) E’ inammissibile che un comune ricco come il nostro che riceve per il secondo anno il premio di comune ciclabile, sia così indietro rispetto ad altre città ( Ferrara, Rimini, solo per citare alcuni esempi) E’ pertanto necessario che allo stesso  modo, una bicicletta, giunta in prossimità di un qualsiasi esercizio commerciale, luogo di interesse, chiesa, oratorio, scuola, biblioteca, possa parcheggiare in sicurezza la bicicletta, cosi come avviene per le automobili.
Chiediamo, come già da tempo facciamo, che venga tolto un posto auto e messa una rastrelliera per le biciclette ( 10 bici = 1 auto )
3) Attraversamenti ciclabili ( devono essere creati  al più presto se si vuole ottenere dei vantaggi al lavoro che si sta compiendo in città con il Biciplan ( Ogni tanto mi chiedo come mai tutti i Comuni chiamano la creazione di una rete ciclabile ” BICIPOLITANA” e invece qui lo chiamiamo Biciplan)  
4) BARRIERE. Allo stesso modo con il quale dopo tanto “rompere le palle” ( mi scusi il francesismo ) è stata sistemata la sbarra con un passaggio più umano e di rispetto per i ciclisti, deve essere tolta quella di piazza della pieve ( poi, non so se ha notato, ma quella sbarra di piazza della pieve, oltre che essere veramente inaccessibile per tandem, è anche instabile) Mi domando se in questi giorni affacciandosi alla finestra non abbia visto anche Lei un tandem. Io qui nella mia zona lo vedo spesso passare. Piazza Bobbio, anch’essa piazza privata ad uso pubblico, è inammissibile che chi va a fare la spesa in bici debba scendere dalla bici , aprire la sbarra, richiuderla.( all’uscita dal super un ciclista ha anche le borse della spesa) Suggeriamo di mettere ZTL.
 

5) Ridisegnare tutte le piste ciclabili esistenti ( Ma ha visto Viale de Gasperi, la ciclabile del Ponte di Via Parri, quella dell’Ospedale ? ) Perchè quando si ridisegnao le strisce sulla strada, non si fa altrettanto per le piste ciclabili ) Sono almeno 7 anni che molte piste ciclabili esistenti non hanno avuto manutenzione.

 172 Visite totali

RecSando e tutti N>O>I siamo solidali con i commercianti di San Donato Milanese

1 Maggio 2020 diretta da San Donato Milanese realizzata da 7Giorni. L’appello di tutti i commercianti di San Donato Milanese per portare in evidenza la difficile situazione che gli esercizi commerciali stanno attraversando in questo periodo di crisi planetaria. Sono chiusi dall’11 marzo,  a causa dell’emergenza #coronavirus che ha bloccato l’economia locale e ha colpito duramente il negozio “sottocasa”. Alcuni non hanno ancora ricevuto nemmeno il misero sussidio di 600 euro. Tutti loro,  i quali per la maggior parte dei casi sono nei locali in affitto, sono costretti a far fronte alle spese dell’affitto ma anche a far fronte a nuove spese per garantire ai loro clienti le dovute protezioni dal contagio, senza  comunque avere nessun incasso.

Una grave situazione che deve essere risolta al più presto possibile. NOI di RecSando e BicipolitanaBicipolitana NetworkBikePoint / Ecomuseo della Vettabbia e dei Fontanili vi siamo vicini in questo difficile momento.

 168 Visite totali,  6 visite odierne

Questo IX Novembre … inizia il #ProlunghiamolagiallaDAY

SIAMO IN PIAZZA BOBBIO dalle 10:00 alle 13:00 il IX NOVEMBRE davanti all’ESSELUNGA SAN DONATO
Tu #C6 ? spargi la voce dillo a tutti che è iniziato il #prolunghiamolagiallaDAY

 

Abbiamo scelto il IX NOVEMBRE per abbattere un muro che non rispetta la mobilità e la salute dei cittadini (articolo 16 e 32 della Costituzione)

 108 Visite totali,  2 visite odierne

CICLABILE, TRASPORTO PUBBLICO,MOBILITÀ Via Caviaga, Via Fermi, Via Piadena, Via Bellincioni

CICLABILE, TRASPORTO PUBBLICO,MOBILITÀ
Via Caviaga, Via Fermi, Via Piadena, Via Bellincioni
Presentazione al Parco Mattei

Relatori: Andrea Checchi, Gianfranco Ginelli, Andrea Battocchio

Ieri sera  3 ottobre 2019 il Sindaco, il Vicesindaco e l’Assessore ai lavori pubblici hanno incontrato i cittadini di Metanopoli per spiegare le novità viabilistiche legate alla ciclabile che unirà San Donato a Peschiera Borromeo. Nel corso della serata, gli Amministratori hanno illustrato le modifiche che verranno introdotte attraverso le seguenti slide. Quello che è stato mostrato e spiegato è stato solo relativo al tratto della ciclabile via Bellincioni, Via Piadena Via Caviaga, accennando a soluzioni di parcheggi, circa 20 su Via Fermi.
Si è parlato dei bus navetta, del traffico pendolare intorno alla metropolitana, della grande affluenza di passeggeri in transito e delle navette private che portano i dipendenti al lavoro, con tanti passaggi e corse semivuote, senza comunque dare una soluzione che potesse in concreto incrementare i mezzi di trasposto a disposizione di tutti i cittadini e sanare il problema che attanaglia da anni il Sud Est Milano, ovvero il prolungamento della linea gialla verso Paullo.

 297 Visite totali,  4 visite odierne