Fonte: Blog – Certosatoday

C’E’ POSTA PER IL COMITATO

Una cassettina bianca a forma di casetta è l’ultima trovata del Comitato Di Vittorio/Parri/Certosa per essere sempre in contatto con il quartiere.

Chi ha segnalazioni da fare, richieste, domande, proposte e magari non usa o non ama internet, può da oggi scrivere una tradizionale lettera e imbucarla nella cassetta, esposta di fronte alla “Cartoleria Mary” sotto i portici di via Di Vittorio.

L’iniziativa, presentata in anteprima nel corso del frequentatissimo banchetto natalizio in via Di Vittorio, inizia così ad essere operativa.

Chi lo desidera potrà anche compilare uno dei moduli appesi al supporto contenenti le domande utili a monitorare gli umori del quartiere.

Notte movimentata e triste, quella di ieri a Certosa.

20140709_231626 (2) 20140709_230453 (2) 20140709_230410 (2)

Notte movimentata e triste, quella di ieri a Certosa. Verso le 23 una colonna di fumo nero ha iniziato ad alzarsi da via Greppi. i primi a notarla, paradossalmente, sono stati alcuni componenti del Comitato Di Vittorio/Parri/Certosa, in particolare la vicepresidente Stefania Frau, che dai piani alti della via si sono resi immediatamente conto che si trattava di un incendio e hanno chiamato i Vigili del Fuoco.

ENNESIMO INCIDENTE AL RONDO’ DI CERTOSA

20140505_114706 (1)

Questo è il rondò di Certosa, ripreso nel punto tristemente famoso per aver fatto da scenario, nell’autunno scorso, al tragico incidente nel quale è deceduta una nostra concittadina, agganciata e trascinata da un autobus.
Nei giorni scorsi allo stesso rondò ha avuto luogo un nuovo, ennesimo incidente. Un suv proveniente da San Giuliano è uscito di carreggiata ed è andato a schiantarsi su uno dei dissuasori della sosta metallici posti sul marciapiede. L’auto presentava la portiera del lato passeggero completamente distrutta, come in seguito a un forte impatto laterale.
Fortuna ha voluto che nessuno stazionasse sul marciapiede in quel momento, ma l’auto è andata distrutta in quanto, oltre a subire il danno alla fiancata, era andata ad “atterrare” proprio sopra il solido metallico che ora giace a terra divelto, come si vede dalla foto.

30 E LODE, ma il progetto per Certosa non è stato valutato dai Vigili.

20140409_205556 (1)

Il progetto che dovrebbe ridare lustro a Certosa è stato denominato “Certosa 30 e lode” ma, a parte le moltissime perplessità che ha suscitato nei residenti, abbiamo scoperto che non è mai passato al vaglio della Polizia Locale. Quello dei Vigili Urbani avrebbe dovuto essere, invece, il primo giudizio da affrontare per poter valutare la bontà della soluzione proposta, in quanto la parte più cospicua riguarda proprio il riassetto viario dell’intero quartiere e in particolare dei flussi di traffico attorno a piazza Tevere, che viene di fatto stravolta. Invece abbiamo avuto conferma da parte del Comandante dei Vigili, dott. Allais, che nessuno ha chiesto un parere a riguardo. E non ci stupiamo, date le soluzioni viabilistiche a dir poco fantasiose escogitate per dare un nuovo volto al quartiere.

PARTECIPARE SERVE?

La seconda serata dedicata al progetto per Certosa (“Certosa 30 e lode”) ha visto un numero di partecipanti sicuramente inferiori alla prima, forse anche perchè la pubblicità data all’evento è stata quasi inesistente nel nostro quartiere. La mattina del 9 aprile soltanto due volantini erano stati esposti: uno sulla vetrina della farmacia e un’altro all’interno del negozio “Le cascine”. In compenso sono stati distribuiti volantini in via Di Vittorio. Quale sia la strategia comunicativa del Comune non è dato saperlo ma appare alquanto bizzarra e, di sicuro, fa ritenere che la partecipazione dei cittadini non sia così gradita come dichiarato. Comunque la seconda serata è stata molto più vivace della prima e vi hanno partecipato abitanti ai quali era sfuggito il primo appuntamento ma che avevano sentito notizia dei cambiamenti che dovrebbero riguardare il nostro quartiere e volevano chiarimenti in merito.