Home » Blog » Rassegna Stampa » San Donato Milanese » Notte movimentata e triste, quella di ieri a Certosa.

Notte movimentata e triste, quella di ieri a Certosa.

20140709_231626 (2) 20140709_230453 (2) 20140709_230410 (2)

Notte movimentata e triste, quella di ieri a Certosa. Verso le 23 una colonna di fumo nero ha iniziato ad alzarsi da via Greppi. i primi a notarla, paradossalmente, sono stati alcuni componenti del Comitato Di Vittorio/Parri/Certosa, in particolare la vicepresidente Stefania Frau, che dai piani alti della via si sono resi immediatamente conto che si trattava di un incendio e hanno chiamato i Vigili del Fuoco.

Via Greppi è una via disabitata, almeno finchè non finirà il cantiere di via Piave, e l’unica casa che vi si affaccia è una villettina. Disabitata da circa tre anni, la casetta è l’unica rimasta della stecca che è stata abbattuta a suo tempo per realizzare lo “scatolone” dell’Alta Velocità ferroviaria.
Ieri sera un corto circuito, sembra, ha letteralmente divorato l’interno dell’abitazione, di proprietà di una persona che ora risiede a Milano. Prontamente avvertito è arrivato sul posto poco dopo  le autopompe dei Vigili del Fuoco che hanno dovuto segare le sbarre delle inferriate per poter entrare in casa e domare l’incendio. La soletta tra il piano terra e il primo piano pare essere crollata e la casa è stata dichiarata inagibile.
Spiace davvero dover sempre raccontare episodi negativi e in questo caso davvero tristi. Certosa avrebbe bisogno di un po’ di positività, di bellezza, di cose nuove. Invece dobbiamo sempre riferire di degrado, incidenti, vandalismi. E ora anche di un episodio totalmente fortuito che però getta nello sconforto un nostro concittadino e sicuramente non contribuirà a creare un clima positivo nel quartiere.

 94 Visite totali,  2 visite odierne