Home » Rassegna Stampa » Notizie dal mondo » Pagina 2

Notizie dal mondo

Nuovo impianto a Cortina

Da Cortina con gli sci ai piedi verso il giro del Sella

 

di Edoardo Stucchi

 

Cortina non si ferma e guarda avanti: per la stagione 2021 la nuova funivia, che collegherà le Tofane alle 5 Torri, lunga 4,5 chilometri e realizzata da Leitner ropeways, sarà pronta per i Mondiali 2021. Il sindaco Ghedina: «Impianto atteso da anni, ci aiuta a pensare alla necessità di reagire».

 I Mondiali di sci – Cortina non interrompe il suo cammino di avvicinamento ai Mondiali del febbraio 2021. E così in un’Italia pressoché paralizzata dall’emergenza sanitaria e con un preoccupante panorama economico, le notizie che arrivano da Cortina costituiscono uno spiraglio di sole. Nei giorni scorsi infatti la Provincia di Belluno, nell’ambito del piano degli interventi infrastrutturali messi in campo dal Governo italiano in vista dell’evento iridato del 2021, ha proceduto all’aggiudicazione dei lavori per la realizzazione della cabinovia «Son dei Prade –Bai de Dones». Un nuovo collegamento funiviario, che di fatto unirà i comprensori sciistici delle Tofane con quello delle Cinque Torri e che porterà la firma di Leitner ropeways. L’azienda altoatesina solo pochi mesi fa aveva ultimato i lavori di realizzazione della nuova cabinovia Cortina-Col Druscie, che aveva sostituito la prima sezione della storica funivia «Freccia nel cielo». Per Leitner, che assieme a Prinoth (battipista) e Demaclenko (innevamento programmato) è partner tecnico della Fondazione Cortina 2021, una nuova importante opportunità per riaffermare la propria tecnologia in quella che è l’indiscussa Regina delle Dolomiti.

 7 Visite totali

Pronto il kit per fare la differenza fra Coronavirus e altri agenti infettanti

Covid e influenza. In attesa del vaccino contro Sars-CoV-2 è pronto il kit per fare la differenza fra Coronavirus e altri agenti infettanti.

Lo produce l’azienda milanese Clonit che lo metterà in circolazione a giorni. Basta un prelievo oro- faringeo e con un’unica provetta si svela l’identità dell’infezione. Ce ne parla il biologo milanese Carlo Roccio.
 

L’epidemia di Coronavirus ci ha ormai abituato a notizie sensazionali sulla salute, ma spesso molte di queste notizie riempiono le pagine dei giornali lasciando sconcerto nel lettore. Ultima notizia il vaccino contro il Coronavirus che un’azienda farmaceutica americana, collegata a una ditta tedesca, starebbe per immettere sul mercato. Ma come risponde la nostra Sanità a questa pandemia?  Ne parliamo con il dottor Carlo Roccio, una preziosa risorsa italiana, studioso di altre epidemie e riconosciuto a livello internazionale.  A lui, indiscusso esperto, rivolgiamo le domande che tutti ci poniamo cercando risposte attendibili. 

 7 Visite totali

Carlo Ratti: Da NEXTSanDo alle città digitali

Il legame di RecSando / NOI con il Prof.  Carlo Ratti nasce da lontano, vale a dire da almeno un lustro, quando, verso la fine del 2015, erano in nuce i primi contatti con lo stesso per portarlo a San Donato Milanese per la serata del 16 aprile 2016, quando ha avuto luogo quel meraviglioso evento che è stato NEXTSANDO, un concentrato di buone pratiche e futuro visionario ma allo stesso tempo concreto che riteniamo a buon diritto non sia stato ancora superato da incontri successivi avvenuti sin qui.
 

Le parole del Prof. Ratti, come al solito, volano alte e ci indicano un orizzonte forse ancora lontano ma altamente possibile e auspicabile. Leggere le sue indicazioni è davvero come possedere una torcia nel buio. Ci prospetta nuovi scenari che sono appena fuori dalla soglia di casa nostra e che potranno essere tanto più plausibili quanto più crederemo con tutte le nostre forze che non solo un futuro diverso è possibile, ma realizzabile se, affinchè ciò prenda forma, uniremo alla tecnologia sempre più fluida e digitale una passione e un calore che solo l’uomo può mettere in campo. Crederci insomma. E, nemmeno a dirlo, NOI ci crediamo. E Voi ?
Seguiteci, collaborate con NOI e Insieme arriveremo prima alla meta !

1 ) Siamo davanti all’alba di una nuova era, nella quale un vecchio modello di sviluppo può e deve essere accantonato, se non addirittura cestinato. Questo spegnimento / confinamento coatto per difenderci dal CoronaVirus, può a buon ragione sintetizzarsi nell’espressione: salvarsi cambiando

 

Non credo che i cambiamenti siano tagli netti tra modelli vecchi e nuovi, piuttosto parlerei di transizioni: da sempre le nostre città sono in trasformazione. In generale, inoltre, le nostre città non mutano facilmente nel loro impianto, ma sono permeabili a trasformazioni che riguardano il modo di abitarle: potremmo dire che può cambiare più facilmente il software del l’hardware.

 11 Visite totali

Firma per il prolungamento della M3 fino a Paullo

FIRMA LA PETIZIONE

Il Comitato #C6 nato per tutelare l’ambiente, salvaguardare la salute e promuovere azioni mirate all’incremento nel territorio del sud est Milano della mobilità sostenibile, fin dalla sua nascita ha sostenuto che l’unica scelta possibile per il futuro dei Comuni dislocati nell’asse Paullese, da San Donato Milanese in poi, fosse quello di prolungare la metropolitana con nuove fermate in direzione Paullo.

Il Prolungamento della M3  adesso più di prima è una necessità urgente
 

Il traffico privato automobilistico nei Comuni del Sud Est Milano è il maggiore ostacolo alla creazione dello spazio indispensabile a indurre un cambiamento di modalità negli spostamenti. La gran parte delle persone non cambierà mezzo di trasporto fino a quando chi amministra non offrirà soluzioni adeguate alla mobilità, che garantiscano il trasporto di persone verso San Donato Milanese / Milano e verso Paullo / Crema con  frequenza di passaggio di 10  minuti della metropolitana.

Oggi anche i pochi mezzi forniti da AGI sono quotidianamente in coda al traffico, in questo periodo di emergenza  Covid-19 non garantiscono né il distanziamento tra le persone  né la garanzia per i pendolari di poter salire a bordo.

Il traffico costante, quotidiano produce nei nostri Comuni la gran parte delle emissioni inquinanti alla cui esposizione sarebbe ricollegabile,  secondo uno studio pubblicato pochi giorni fa, un incremento di rischio di mortalità da Covid del 15% a livello nazionale. Nel caso di Milano e della bassa padana, più grave degli altri, secondo lo stesso studio.

Per questo ci rivolgiamo a tutti voi perché non abbiamo più tempo, la nostra salute, il nostro diritto agli spostamenti sono una priorità rispetto ad altri interessi.

 13 Visite totali

Carpiano: PEC gratis per tutti i cittadini

Il Comune di Carpiano promuove e implementa i servizi digitali per semplificare le procedure amministrative e migliorare il rapporto tra Cittadini e Pubblica Amministrazione.

In quest’ottica, l’Amministrazione Comunale promuove l’uso della PEC – Posta Elettronica Certificata come strumento per rendere più agevoli le comunicazioni formali tra Cittadini e Uffici, quali per esempio l’invio di documenti da protocollare e la trasmissione di modelli di pagamento dei tributi. L’utilizzo della PEC in alternativa alle comunicazioni postali via raccomandata e al tradizionale protocollo di documenti cartacei consente un ulteriore passo avanti verso la semplificazione e digitalizzazione della Pubblica Amministrazione, oltre a ridurre il consumo di carta e i costi di gestione legati alle spedizioni, con un risparmio di tempo e risorse a vantaggio della collettività.

 6 Visite totali

Accoglienza: modelli e metodi per ripartire

L’alfabeto dell’accoglienza in tempi di distanziamento sociale:
millecinquecento docenti coinvolti nella formazione progettata dalla cooperativa Libera Compagnia di Arti & Mestieri Sociali

In un panorama di scenari mutevoli, dove la ripartenza scolastica sembra ancora ricca di sfumature e variabili poco definite, la Libera Compagnia di Arti & Mestieri sociali , in collaborazione con diversi Comuni del Sud Est Milanese, l’Azienda speciale ASSEMI, la fondazione Con i Bambini e alcuni partner del terzo settore, sta promuovendo, nei servizi scolastici, una iniziativa di formazione per i docenti sul tema dell’accoglienza nel nuovo anno scolastico.

 6 Visite totali

Veronica Proserpio: Quando in una democrazia relativa si paga per la propria libertà di pensiero

INTERVISTA ALLA DOTT.SSA VERONICA PROSERPIO , EX VICESINDACO DEL COMUNE COMASCO DI PROSERPIO : QUANDO IN UNA DEMOCRAZIA RELATIVA SI PAGA PER LA PROPRIA LIBERTÀ DI PENSIERO E SOPRATTUTTO DI PAROLA

Nomen omen, così dicevano i latini. E se di cognome fai Proserpio, magari ti succede di diventare per 2 mandati consecutivi vicesindaco del tuo comune di residenza, che guarda caso reca la stessa dicitura del tuo cognome, Proserpio appunto.

 12 Visite totali