Valorizzare i talenti locali

La musica di tutte le Russie, è il concerto che oggi pomeriggio, nella sala Previato di San Giuliano Milanese ha visto esibirsi Tatiana Jiznevskaia, cantante e Sergio Scappini fisarmonicista davanti a una sala gremita di gente attenta e affascinata da tanta armonia.

Si sa, chi conosce la musica russa sa bene che è una musica dolcissima e melanconica, parla d’amore e di passione in un turbine di note. Il repertorio ha spaziato nel tempo partendo da canti dell’800 sino a quelli del ‘900, tra questi i più conosciuti sono state le canzoni popolari di autori anonimi come Kalinka, La bufera di neve e poi musiche di Caikoskij “Il lago dei cigni” Rachmaninov, “L’acqua della primavera” Glinka “Canzone durante il viaggio” e poi “Oci ciorni” Occhi neri la più conosciuta che dice: “ Occhi neri, occhi passionali, occhi ardenti e bellissimi come vi amo”. La voce del mezzosoprano Tatiana e del fisarmonicista Sergio hanno conquistato la sala, ricevendo calorosi applausi e richieste di bis dalla gente entusiasta.
Ma il valore aggiunto allo spettacolo è stato quando l’Assessora alla Cultura Morena Lucà ha fatto sapere che Tatiana Jiznevskaia, è una cittadina di San Giuliano Milanese, sostenendo che i talenti locali devono essere conosciuti e valorizzati. I soldi spesi per la cultura sono un investimento per il futuro della città. Qualsiasi somma sia stata pagata possiamo dire che la partecipazione numerosa e soddisfatta dei sangiulianesi presenti gliene ha dato ragione.

Redazione RecSando – Ornella Bongiorni