Home » Blog » CS: Un “flash” per la stazione di borgolombardo

CS: Un “flash” per la stazione di borgolombardo

Un flash mob per richiamare l'attenzione sulla pulizia e il decoro della Stazione FFS di Borgolombardo. Il Comitato Di Vittorio/Parri/Certosa, con questa iniziativa a sorpresa, inaugura una nuova modalità di azione per ricordare tutte le questioni “aperte”, che necessitano di intervento da parte della Pubblica Amministrazione o di altri enti preposti. Cominciamo con l'annosa questione dei sottopassi della Stazione di Borgolombardo in quanto da troppi mesi stiamo aspettando che si  concretizzi l'accordo tra i Comuni di san Donato Milanese e San Giuliano Milanese, da una parte, e RFI dall'altra. Tale accordo prevede che ai due Comuni venga lasciato l'onere della pulizia e della sicurezza dei sottopassi e degli accessi, illuminazione compresa. Non si tratta certo di un vantaggio per le nostre municipaità in quanto le spese sono a loro carico, quindi a carico dei cittadini. 

 

 


Tuttavia, a fronte di un'evidente incapacità da parte di RFI di preservare pulizia e decoro di quei luoghi che rappresentano anche una delle poche possibilità di passaggio da una parte all'altra del sedime ferroviario, i due Sindaci si sono attivati per porvi rimedio direttamente, in cambio della 
ristrutturazione, da parte di RFI, delle zone di sua competenza.
A fronte di lavori di ristrutturazione piuttosto limitati e molto lenti nell'avanzamento, non è corrisposta ancora la firma sull'accordo. Il flash mob di oggi, durante il quale si è svolta una pulizia simbolica dei sottopassi da parte di esponenti del Comitato e di amici e  sostenitori, vuole richiamare con forza l'attenzione su questo problema per far sì che le parti si attivino al più presto, firmino l'accordo e inizino i lavori di
riqualificazione dei sottopassi e la loro presa in carico da parte  dei due comuni limitrofi.
A questo seguiranno altri flash mob sulle questioni ancora irrisolte nel quartiere.
 
 
 Il presidente, Italo Scardovelli

 17 Visite totali,  2 visite odierne