Home » Blog » L’oratorio, un luogo per tutti

L’oratorio, un luogo per tutti

E’ tempo, nella Diocesi di Milano, di celebrare la Festa di riapertura dell’Anno Oratoriano, che quest’anno ha come slogan “SOLO INSIEME”. “per dire ai ragazzi e alle loro famiglie che la comunità è la condizione indispensabile che il Signore ha voluto per stare con lui e per essere inviati nel mondo come testimoni del suo amore”.

{gallery}01293_oratoriopertutti{/gallery}
Passatala pausa estiva, gli oratori sono stati invitati dall’Arcivescovo Scola a ri-tuffarsi nell’avventura di vivere il vangelo di Gesù e di proporlo ad altri amici. Anche durante l’ estate sono tante le occasioni per i ragazzi di crescere insieme, si pensi soprattutto agli oratori estivi alle settimane comunitarie in montagna o al mare.
Durante l’anno pastorale in oratorio, dei ragazzi più piccoli ne hanno cura le catechiste, che li preparano ai sacramenti. Negli ultimi anni in questa fase si è teso a coinvolgere sempre più spesso i genitori per una educazione condivisa, alla fede dei ragazzi. Per i più grandicelli ci sono gli educatori, giovani 20/25 anni, che li seguono in un cammino verso l’adolescenza e la gioventù con argomenti propri delle età. Molti di questi sono dedicati alla dimensione relazionale ma anche di apertura al mondo della cultura e della vita sociale.
Ma In questo luogo di svago e allegria ci sono anche tanti adulti che con generosità si occupano del buon funzionamento delle strutture.
Abbiamo partecipato alla festa di apertura dell’Oratorio della Parrocchia dei Santi Marziano e Matroniano, in Sesto Ulteriano, guidata da Don Antonio Loi coadiuvato da Suor Terry. E’ stata per l’Oratorio una giornata veramente speciale. Durante la celebrazione quindici ragazzi/e quattordicenni hanno fatto la loro “Professione di Fede” un forte “gesto pubblico” di testimoniare la propria Fede.
Sono ragazzi e ragazze che molto probabilmente saranno animatori al prossimo oratorio estivo, di esempio per i più piccoli. E’ stata inoltre inaugurata una Cappellina al piano superiore della struttura dell’Oratorio, per momenti di silenzio o di preghiera. E infine, la messa è stata concelebrata da Don Antonio, Vicario della Parrocchia, e dall’ormai suo EX Prevosto Don Lino Maggioni, che fino al 31 Agosto è stato il titolare della Parrocchia, con il telecomando a distanza, come ha tenuto a dire nell’omelia, ringraziando ancora una volta con affetto i suoi collaboratori sul campo. Alla fine della celebrazione, la consegna del dono di saluto da parte della Comunità della frazione Sangiulianese: una maglia originale dell’Inter, esattamente la numero 23 del calciatore Ranocchia, in omaggio alla “fede calcistica” di don Lino, la squadra nerazzurra. Purtroppo per lui, nel pomeriggio non ha potuto indossarla per esultare….l’Inter ha preso una sonora batosta con il Cagliari. Don Lino, mi sa che deve tornare ancora a San Giuliano per la rivincita…
Redazione RecSando Angela Vitanza.- Foto Luigi Sarzi Amadè.

.

 36 Visite totali,  2 visite odierne