Home » Blog » Una goccia oggi, una domani … fa un mare !

Una goccia oggi, una domani … fa un mare !

 

DONARE SANGUE…SALVA UNA VITA!

Si è svolta domenica 1 Dicembre una raccolta straordinaria di sangue, curata dalla Sezione AVIS di San Giuliano Milanese, per l’ultima volta presso la struttura messa a disposizione dalla Fondazione don Gnocchi presso la ASL di via Cavour. Il locale che veniva utilizzato infatti, secondo le direttive europee, non è più idoneo agli usi di questo tipo. Seppur pulita, disinfettata, resa asettica.. la palestra del centro, dove c’erano i lettini..non risponde più ai minimi requisiti. La normativa dice che “gli Stati membri assicurano che le attività relative alla raccolta e al controllo del sangue umano e dei suoi componenti siano effettuate unicamente da centri ematologici che abbiano ottenuto una designazione, un’autorizzazione, un accreditamento o una licenza a tal fine da parte delle autorità competenti”. La soluzione che si potrebbe adottare in seguito, ma sarebbe molto limitante al numeroso afflusso di donatori, è l’uso di un’emoteca mobile. Basti pensare che domenica in tre ore, si sono contati 83 accessi di donatori volontari, e la raccolta di 53 sacche. (Non è poi così facile e scontato poter donare sangue. Bisogna prima ottemperare a numerosi controlli, alla ricerca di possibili fattori controindicanti. Ci pensereste? Se si è visitato in precedenza un paese a rischio di malattie, non si può donare sangue, almeno per un anno. Bene ricordarsi di dichiarare se e dove si è stati. In occasione della donazione di sangue, i donatori ricevono diverse informazioni tra cui alcuni dati sulle caratteristiche del sangue e sui prodotti derivati, nonché l’impegno del centro di raccolta del sangue di contattarlo qualora i risultati dei test dovessero evidenziare una qualsiasi patologia. Vengono poi richieste alcune informazioni, quali l’identificazione, lo stato di salute, l’anamnesi medica).

Un dato positivo che ci riferiva una volontaria dell’accoglienza, è la presenza tra i donatori di numerose persone di provenienza araba, sia uomini che donne.

Come tutte le donazioni, anche donare il sangue, è un atto di educazione civile, da incoraggiare.

{gallery}avis{/gallery}

Nota dolce….dopo il prelievo, merenda, panettone e yogurt.. gentilmente offerto quest’ultimo da Granarolo, molto presente come azienda laddove di parla di…..donazioni alimentari.

Concludo la visita dagli amici volontari, prendendo il foglio dove c’è la loro preghiera..  
Gesù salvatore, che hai detto: “Tutto ciò che avete fatto a uno dei più piccoli tra i miei fratelli, lavete fatto a me”, guarda propizio all’offerta che Ti facciamo. Le angosce dei sofferenti, Tuoi fratelli e nostri, ci spingono a dare un po’ del nostro sangue, perché ad essi ritorni il vigore della vita; ma vogliamo che tale dono sia diretto a Te, che hai sparso il Tuo sangue prezioso per noi.Rendi, o Signore, la nostra vita feconda di bene per noi, per i nostri cari, per gli ammalati; sostienici nel sacrificio, perché sia sempre generoso, umile e silenzioso. Fa che con fede sappiamo scoprire il Tuo volto nei miseri per prontamente soccorrerli; ispira e guida le nostre azioni con la pura fiamma della carità, affinché esse         compiute in unione con Te, raggiungano la perfezione, e siano sempre gradite al Padre Celeste. Così sia.                
Papa Giovanni XIII°

Redazione RecSando Angela Vitanza
Foto Luigi Sarzi Amadè                                                                

 

 22 Visite totali,  2 visite odierne

IMG 0276