Una boccata d’ossigeno per il Banco di Solidarietà

Una boccata d’ossigeno per il Banco di Solidarietà

Lunedì 6 luglio in Sala Consiliare, alla presenza dell’Assessore Maria Grazia Carminati, del Presidente della Consulta delle Associazioni Culturali Manuela Baldi e del Presidente della Consulta delle Associazioni di Volontariato Enzo Pasta, sono stati consegnati a Monica Ventimiglia Cornara, responsabile della sezione sangiulianese del Banco di Solidarietà Liotta & Bigoni, 3.202,99€ – equivalente all’incasso per la vendita dei biglietti degli incontri dei tornei sportivi, calcio e basket, in memoria di Giacomo e Gianni Cornara del 13 e 14 Giugno scorsi, presso il campo sportivo di Zivido e la scuola di via Gogol.

Sarebbero potuti essere di più, si rammarica Enzo Pasta, se il tempo non fosse stato così inclemente la domenica. Erano infatti organizzati anche degli eventi di contorno, come far merenda con panini e salamelle, ma il meteo, come si diceva, non lo ha permesso. Se si è raggiunta questa cifra, molto merito va ai numerosi sponsor, che hanno incrementato l’importo. Ma anche alle squadre di calcio che si sono affrontate il sabato sera: le vecchie Glorie Sangiulianesi e la squadra del De Coubertin, rappresentate in sala dai rispettivi capitani Walter Facchini e Daniele Grossi. Purtroppo non ci sono rappresentanti della squadra di basket, gli amici di Jack, in quanto impegnati con gli esami di maturità. Altro motivo di cui essere orgogliosi in questa occasione, continua Enzo Pasta, è che c’è stata la collaborazione di tutte e tre le consulte. Tutti ringraziamenti confermati dall’assessore, che conferma quanto sia importante l’associazionismo, in un simile periodo di crisi. Anche la signora Cornara ringrazia tutti coloro che si sono prodigati per la riuscita di questa seconda edizione dell’ iniziativa. Parte dell’importo verrà utilizzato per dare una migliore organizzazione dagli spazi adibiti allo stoccaggio degli alimenti. Termina la conferenza, Manuela Baldi , che conferma l’intenzione delle associazioni di continuare a lavorare insieme. Ci sono ancora dei progetti da terminare, ma l’idea è di continuare a collaborare per aiutare magari altre associazioni che avessero bisogno di aiuto. Il prossimo appuntamento sarà la cena della Solidarietà, che solitamente apre gli eventi per la festa della Città, nel mese di settembre, e il cui ricavato sarà destinato a un progetto, deciso dalle associazioni che ogni anno si prodigano per la realizzazione della cena.
 

Galleria Fotografica – Luigi Sarzi Amadé ©

{gallery}01964_bancosolidarieta{/gallery}

Redazione RecSando-Angela Vitanza. Foto Luigi Sarzi Amadè