Fiab Melegnano

fiab melegnano

PROGETTO “BICI MARCATA, BICI SALVATA”: A SAN DONATO E’ ARRIVATA LA PUNZONATRICE

Oggi è stata consegnata a San Donato Milanese la macchina punzonatrice, acquistata dalla ditta padovana So.Ge.Systems, che permetterà di marcare con grande visibilità e in maniera univoca le biciclette dei cittadini sandonatesi.
Compie quindi un passo decisivo il progetto “Bici Marcata, Bici Salvata”, ideato dall’esperto promotore di mobilità ciclabile Marco Menichetti e fatto proprio dalle associazioni Fiab Melegnano, Ripartiamo e WWF Martesana-Sud Milano. E’ un progetto che, grazie all’appoggio di 564 cittadini votanti, sta usufruendo di un finanziamento previsto dalla terza edizione del Bilancio Partecipativo del Comune di San Donato.
<< L’obiettivo che ci siamo prefissati è quello di diventare un punto di riferimento sul nostro territorio nella lotta contro i furti di biciclette, principale ostacolo alla diffusione della mobilità ciclistica in città. >> – dichiara Annalisa Molgora, coordinatrice dell’iniziativa – << Vogliamo promuovere in modo concreto la mobilità sostenibile per gli spostamenti di tutti i giorni: andare a lavoro o a scuola, fare acquisti in città, spostarsi in biblioteca, assistere alla Messa in chiesa o frequentare qualche corso sportivo deve essere un’opportunità, senza l’ansia di subire il furto del mezzo. Ridurre l’appetibilità di una bicicletta da “piazzare” sul mercato nero dei cicli rubati è infatti un passo importante per offrire maggiore sicurezza ai cittadini e incentivarli a utilizzare
di più la bicicletta di proprietà. >>

fiab melegnano

La bibicletta ci salverà…anche a San Donato

Incontro pubblico per parlare di come la città può cambiare attraverso l’uso della bicicletta 

Giovedì 17 maggio 2018, ore 21 Cascina Roma, Piazza delle Arti 6, San Donato Milanese

Dopo l’approvazione della Legge Quadro per la ciclabilità e il successo della trasmissione RAI Presa Diretta, il tema bicicletta diventa ogni giorno più presente nella vita quotidiana.
La bicicletta sta dimostrando di essere una risposta efficace alle esigenze di mobilità quotidiana delle persone: sulle brevi distanze è il mezzo più efficiente, occupa poco spazio, non inquina, dona benessere e salute alle persone.
Il mezzo di trasporto bicicletta, però, va inserito in un piano generale dei trasporti, come indicato chiaramente anche dalla nuova Legge 2/2018 sulla mobilità ciclistica, e la città deve essere adeguata all’utilizzo di questo mezzo. Rendere semplice e sicuro l’uso della bicicletta rende più belle e vivibili le città con benefici significativi per l’economia locale.

fiab melegnano

Bimbimbici 2018: tornano i supereroi! Anche a San Donato milanese domenica 13 maggio 2018

 L’ambientazione nel fantastico universo dei supereroi è stata confermata anche per l’edizione 2018 di Bimbimbici, l’atteso appuntamento per bambini, ragazzi e famiglie che potranno prendere parte all’allegra pedalata in sicurezza lungo le strade di oltre 150 città di tutta Italia.

La tradizionale manifestazione promossa da FIAB Federazione Italiana della Bicicletta da quasi vent’anni nella seconda domenica di maggio, ha come principale obiettivo quello di diffondere l’uso della bici tra giovani e giovanissimi in favore di una mobilità sostenibile, riaffermando il tema della sicurezza e della salute legata al movimento dei più piccoli attraverso gli spostamenti quotidiani. Coinvolgendo in primis le famiglie, Bimbimbici intende, inoltre, sollecitare la collettività a una riflessione generale sulle necessità di creare zone verdi e piste ciclabili per aumentare la vivibilità dei centri urbani.

fiab melegnano

L’Abici appoggia il piano della sosta del Comune di San Donato

Si tratta di un importante strumento per redistribuire equamente spazio pubblico ai cittadini
FIAB Melegnano-L’Abici, che promuove da anni l’uso della bicicletta sul territorio del Sud Milano, intende far sentire la propria voce riguardo a un importante passo annunciato in questi giorni dal Comune di San Donato Milanese, ovvero il Piano della Sosta.
FIAB Melegnano-L’Abici ritiene che un Piano che preveda forme di pagamento della sosta nelle vie maggiormente occupate dalle auto vada nella direzione giusta perché punta – così come nella maggior parte delle città italiane – a una maggiore rotazione degli spazi pubblici, disincentivando un utilizzo esagerato dell’auto privata.
Cogliamo positivamente la disponibilità al confronto pubblico annunciato dalla stessa Amministrazione, con l’obiettivo – nel caso – di presentare nostre proposte per rafforzarne l’efficacia e per chiedere di andare avanti in questo proposito.