Home » Blog » Saluti a Don Lino

Saluti a Don Lino

A nome dell'intera Amministrazione Comunale il Sindaco ha incontrato in Municipio Don Evangelino Maggioni per un saluto e un augurio.
Dopo l'esperienza che lo ha visto alla guida della Prepositurale di San Giuliano a partire dal 2003, sarà residente con Incarichi Pastorali a Rozzano presso la Comunità Pastorale “Discepoli di Emmaus”.
Quella di venerdì 1 agosto è stata l'occasione per uno scambio di opinioni su vari aspetti e temi della vita cittadina, ma non solo.
“In questi anni ho trovato una notevole collaborazione all'interno delle parrocchie: sono convinto che anche il nuovo Prevosto apprezzerà questa qualità.
Abbiamo dato inizio all'esperienza tipica di una Comunità Pastorale. Sette Parrocchie, una sola Chiesa: è il nostro traguardo.
E' stato un cammino comune, caratterizzato da momenti di condivisione che si sono svolti ogni settimana.

Questa è la Pastorale del futuro: all'interno delle istituzioni ecclesiali ci dobbiamo muovere insieme, nel sociale così come nella cultura”, ha commentato Don Lino, che scherzosamente aggiunge: “in questa città mi sono trovato bene, con tutte le persone, anche con l'87% che non viene in Chiesa”.
Lascia l'incarico di Parroco a San Giuliano Milanese con l'auspicio di vedere presto realizzato un progetto: “la prospettiva è quella di realizzare la sede della Caritas cittadina all'interno dell'area ex cava, che è di proprietà della Parrocchia. Mi auguro possa diventare presto realtà, oltre che l'angolo più bello del territorio”.
Durante l'incontro con Alessandro Lorenzano ha voluto spiegare il significato profondo che associa al suo ruolo: “il Parroco è il padre di tutti. Don Luca Violoni, destinato a succedermi, avrà modo di sentirsi 'padre' durante la Notte di Natale, o nella Messa di Pasqua”.
Per quanto riguarda l'esperienza intercorsa con l'Amministrazione Comunale, evidenzia: “i rapporti sono sempre stati improntati all'insegna della correttezza, rispetto, cordialità. A causa della crisi generale che ha investito l'intera società non sono stati anni facili. Spero che la frequenza di questi incontri e rapporti possa
aumentare”.
Gli ha fatto eco il Sindaco: “collaborare con Don Lino è stata un'esperienza umana veramente importante. L'uomo, innanzitutto, e l'incarico da lui svolto, hanno lasciato un segno indelebile nell'intera comunità sangiulianese. Mi mancherà, anzi ci mancherà, una persona squisita. Ha dato tanto a questa città, che non finirà mai di ringraziarlo per quello che ha fatto, specialmente in laborioso silenzio. In questi tre anni l'ho sempre sentito vicino, anche personalmente.
Però, se devo dire la verità, non proprio sempre: nei derby tra Milan ed Inter torniamo ad essere come Peppone e Don Camillo”. Prima di congedarsi, Don Lino ha rinnovato al Primo Cittadino i ringraziamenti per i lavori che hanno riportato l'orologio del Campanile ad un aspetto decoroso.
Nel corso della Messa che si svolgerà sabato 13 settembre, Don Evangelino Maggioni intende portare il suo saluto a tutta la sua comunità.

{gallery}01110_don_lino{/gallery}

 10 Visite totali,  2 visite odierne