Home » Blog » Monsignor Mario Delpini nuovo Arcivescovo di Milano

Monsignor Mario Delpini nuovo Arcivescovo di Milano

La possibilità che lo sarebbe stato  era sussurrata già da qualche giorno, ma ieri è divenuta ufficiale. Dopo la nomina da parte di Papa Francesco,  il Cardinale Arcivescovo Angelo Scola ne ha comunicato la notizia in Curia durante una Conferenza stampa:
Monsignor Mario Delpini, che attualmente ricopre il ruolo di Vicario Generale, sarà il 144mo Arcivescovo della Diocesi di Milano.

Nel Sud Milano, o meglio nella zona VI di Melegnano, lo conosciamo dal 2006, quando fu nominato  Vicario Episcopale dall'allora Arcivescovo Dionigi Tettamanzi.

E in quegli anni lo abbiamo avuto più volte in visita, anche fugaci,  per un saluto ai ragazzi del feriale,  per  visitare la mostra sulla Famiglia allestita in oratorio, per la cerimonia funebre di don Stefano Maldifassi a Sesto Ulteriano, nel 2013 a Zivido per la Preghiera Ecumenica con i rappresentanti delle  altre chiese cristiane, in occasione del Cinquecentenario  della Battaglia di Marignano. 

L'ultima volta  che lo abbiamo ascoltato in forma  solenne, è stato  il 2 giugno dello scorso anno per i 50 anni della Consacrazione della Chiesa di San Giuliano Martire.
Infine,  in forma ufficiale,  il 19 maggio u.s. a conclusione del ciclo di incontri della Visita Pastorale del Cardinale Scola al decanato San Donato San Giuliano, per consegnare alle Parrocchie delle due Città le linee guida per la Pastorale dei Prossimi anni, scaturite dalle riflessioni degli incontri con le Parrocchie.

 
Nel suo primo discorso ufficiale, fatto "a braccio",  ha fatto   sorridere la platea presente, scherzando sul fatto di portare un nome "comune"  come Mario, a differenza dei suoi illustri predecessori:  Angelo, Dionigi, Carlo Maria, Ildefonso…"Mi sento inadeguato per questo ruolo", a partire dal nome che porto, ma me lo hanno dato i miei genitori….
Un discorso, e poi le risposte ai giornalisti,  all'insegna dell'umiltà. E un collegamento alle parole  del Santo Padre quando arrivò in via Salomone: Sono qui da sacerdote….così  lui alla  domanda su cosa volesse dire alla città, risponde  " Sono un prete, il messaggio che voglio dare sarà quello di un prete che considera irrinunciabile per la vita il rapporto con Dio. Sulla fiducia che esiste un Dio che ci ama si può costruire il dialogo con gli altri, anche in una città tanto secolarizzata e rispettosa della laicità come Milano".

 
"Un prete va perché è mandato. Va a compiere la missione per cui è mandato. Non deve fare altro che ciò per cui è stato mandato: come il Padre ha mandato me, anche io mando voi (Gv 20,21). Hanno ricevuto lo Spirito Santo perché la missione che hanno ricevuto non è una impresa umana, ma è la missione di Gesù". (Da una sua omelia).
L'ingresso ufficiale avverrà il 24 settembre, mentre giorno 8 l'Arcivescovo uscente Angelo Scola celebrerà la messa di saluto alla città.

 


Gli articoli di RecSando / Bicipolitana Network sono in linea grazie alle Convenzioni con gli esercizi commerciali che aderiscono al progetto #BikePoint

 

 

Redazione RecSando Angela Vitanza

 

 10 Visite totali,  4 visite odierne