Home » Blog » Materna di Bolgiano: diversa dislocazione, invariati i servizi alle famiglie

Materna di Bolgiano: diversa dislocazione, invariati i servizi alle famiglie

L’Amministrazione comunale ha deciso di razionalizzare il sistema cittadino delle scuole dell’infanzia sfruttando al meglio gli spazi disponibili
 
Razionalizzare gli spazi e ridurre i costi, sfruttando al meglio le disponibilità dei vari plessi cittadini, alla luce delle mutate condizioni demografiche e delle scelte dei genitori circa le scuole in cui far studiare i propri figli, senza toccare la qualità dei servizi garantiti alle famiglie. Questi i motivi alla base della scelta dell’Amministrazione di ridefinire la distribuzione territoriale dell’offerta didattica della scuola dell’infanzia (lasciandola invariata dal punto di vista numerico) dislocando altrove (in via Moro e in via Greppi) – a partire dall’anno scolastico 2015/16 – le due sezioni di Bolgiano. A essere interessati dal cambio di sede saranno 29 bambini: 8 non residenti, 18 provenienti da altre zone della città e soltanto 3 appartenenti allo specifico bacino d’utenza.  
La decisione, adottata ieri dalla Giunta, arriva al termine di un percorso avviato nel 2013 con le tre direzioni didattiche della città ed esplicitato ai genitori nel gennaio 2014. L’intenzione dell’Amministrazione, già nota alle famiglie all’atto dell’iscrizione per l’anno scolastico 2014/2015, è stata di recente ribadita nel corso di un incontro che, di fatto, ha anticipato ai genitori quale sarebbe stato il contenuto formalizzato nella deliberazione dell’esecutivo cittadino. L’atto, nei piani dell’Amministrazione, oltre a puntare alla razionalizzazione dell’offerta didattica (visto lo “sbilanciamento” degli iscritti, in quanto, solo il 10% è del bacino d’utenza di Bolgiano), avvia un programma di valorizzazione degli spazi pubblici attraverso la promozione negli stessi di attività sociali rivolte alla cittadinanza, destinazione che in futuro sarà affidata ai locali di Bolgiano.
 
«In questo percorso di rimodulazione dei servizi rivolti ai bambini in età prescolare – spiega l’Assessore all’Istruzione Chiara Papetti – abbiamo coinvolto sin dall’inizio, con la massima trasparenza, le direzioni didattiche e le famiglie, affinché la scelta – che noi riteniamo essere di buon senso nella gestione delle risorse pubbliche – avesse un impatto minimo sull’utenza, già consapevole della direzione verso la quale avevamo pianificato di orientarci. Il lavoro di squadra tra Amministrazione e dirigenti scolastici consentirà di accompagnare i genitori dei bambini iscritti oggi a Bolgiano nella scelta più idonea per il proseguimento del percorso educativo. La futura dislocazione delle sezioni non comporterà una riduzione dell’offerta scolastica che sarà adeguata alle richieste del territorio».

 38 Visite totali,  2 visite odierne