LUCY, la “guardiana del lago”

E' uno dei tanti esempi di volontariato diffuso fra i cittadini sandonatesi, quello di Lucy, che si assunta l'impegno di assistere e procurare quotidianamente cibo ai vari animali presenti nel Laghetto di via Europa.

 

Un volontariato un po' particolare perché non solo non è retribuito, ma anzi costa a lei e al marito un certo ammontare di spese settimanali per l'acquisto di granaglie e verdure di cui sono ghiotte specialmente le anatre, l'oca, i germani, le gallinelle e i colombi che popolano le rive del Laghetto.

Per spendere un po' meno, vanno al Consorzio Agrario di Melegnano ad acquistare sacchi di queste granaglie miste per animali da cortile.
Ma ancora più importante è la cura che Lucy dedica agli animali visibilmente più deboli o che fanno più fatica a crescere.

Quando, il sabato 1 novembre, ha trovato l'anatra colpita dalla freccia con cui qualche individuo crudele le aveva trapassato la testa, non ci ha pensato due volte a portarla in un centro veterinario di Milano (ENPA).
Là, gratuitamente (hanno solo accettato una libera offerta), è stata medicata e le hanno fatto un intervento chirurgico. L'hanno trattenuta per una decina di giorni per le cure post operatorie e per tentare di salvarle l'occhio ferito.

Per approfondire e scoprire cosa è stato fatto il quel giorno tristissimo, affinché rimanga sempre bene stampigliato nella nostra memoria e sia da monito per tutti gli atti di crudeltà a danno degli animali, vi rimandiamo alla lettura del nostro precedente articolo della rassegna stampa
Trovata ferita nel laghetto di Via Europa, diventa FOTO ATTIVISTA

Seppure priva di un occhio, è stata rimessa in condizioni di tornare al Laghetto dove era nata pochi mesi fa, in agosto, con una covata di ben 12 stupendi anatroccoli gialli.
Oggi la si può vedere, forse un po' più timorosa dei suoi fratelli e sorelle, nuotare nell'acqua o beccare dai mucchietti di mangime lasciati da Lucy, che ormai è stata nominata “la guardiana del lago”.

Redazione RecSando – Luciano Monti