Home » Blog » Donazioni organi: uno su cinque dice di sì

Donazioni organi: uno su cinque dice di sì

Nel primo anno di raccolta del consenso in Anagrafe, al momento  del rinnovo delle carte d’identità sono stati 831 i cittadini a esprimere il proprio assenso
  
Uno su cinque ha detto di sì alla donazione degli organi e dei tessuti. Da ottobre dello scorso anno per i maggiorenni è possibile esprimere tale consenso direttamente in Anagrafe al momento del rilascio (o rinnovo) della carta d’identità, semplicemente, apponendo una firma su un modulo. In questi primi dodici mesi di raccolta – resa possibile dall’adesione da parte dell’Amministrazione comunale al protocollo d’intesa siglato, tra gli altri, da Anci (Associazione nazionale comuni italiani), Regione Lombardia e Aido (Associazione italiana per la donazione degli organi) – sono stati 831 i cittadini sandonatesi che hanno espresso il proprio assenso (su un totale di 4.207 carte d’identità rilasciate).  
«La buona notizia – spiega il Sindaco Andrea Checchi – è che in città ci sono quasi un migliaio di potenziali donatori in più. Aderendo al protocollo, come Amministrazione, ci eravamo posti l’obiettivo di facilitare il compito a quanti vogliano compiere un atto di solidarietà verso il prossimo. L’auspicio, sempre nel rispetto della libertà di scelta che su un tema così delicato e personale deve essere garantito, è che a queste se ne aggiungano molte altre, perché una semplice firma su un modulo potrebbe contribuire a salvare molte vite».

 18 Visite totali,  2 visite odierne