Skip to content

 5,690 Visite totali,  10 visite odierne

A cena con Rosa e Valerio

A cena con Rosa e Valerio - Maggio in Giallo

Ormai chi segue le nostre “Cronache di Maggio in Giallo” lo sa: le cosiddette “cene in giallo” sono un appuntamento immancabile, di cui il famoso festival organizzato dal Circolo Culturale Il Picchio di San Giuliano Milanese, giunto quest’anno alla sua ottava edizione, non può fare a meno.
La cena a cui chi scrive ha avuto il piacere di partecipare, che si è tenuta presso la Trattoria Primavera, a san Giuliano Milanese, aveva come protagonisti due grandi scrittori “noir”, molto conosciuti dagli appassionati di questo genere letterario, e cioè Rosa Teruzzi e Valerio Varesi. Ad intervistarli, l’ineffabile Gino Marchitelli, scrittore vulcanico e sempre in movimento, qui in veste di presentatore.

Rosa Teruzzi presentava il suo ultimo romanzo “Gli Amanti di Brera” – Ed.Sonzogno, ambientato a Milano, dove le tre “detective fioraie” protagoniste di tutti i romanzi di Rosa si trovano ad indagare sulla scomparsa di una affascinante insegnante di inglese e di un suo alunno. Non si tratta quindi di un fatto eclatante, ma di un banale fatto di cronaca di cui leggiamo spesso sui quotidiani. Ed è proprio qui che risiede una delle particolarità dei romanzi scritti da Rosa, che peraltro con la cronaca ci vive (è capo redattore del programma televisivo d’inchiesta “Quarto Grado”) e cioè, l’attenzione alla realtà quotidiana di una città come Milano, una città sotto certi aspetti tremenda e piena di contraddizioni, sotto altri affascinante e piena di sorprese. Come la stessa Rosa Teruzzi ci tiene a sottolineare, i suoi romanzi non si concentrano tanto sugli aspetti “sociali” di un fatto criminoso, quanto sulle persone e sulle motivazioni che possono spingere un individuo a scegliere, in una situazione che Rosa definisce da “sliding doors”, di intraprendere un determinato percorso, in questo caso, quello “criminoso”. Questo, naturalmente, non significa disconoscere l’importanza dell’aspetto “sociale” che determina, o quanto meno, favorisce determinate scelte, ma questo non è il “focus” centrale dei romanzi di Rosa Teruzzi.

Da questo punto di vista i romanzi di Valerio Varesi sono un po’ differenti da quelli di Rosa Teruzzi, a ulteriore dimostrazione che il genere “noir”, spesso considerato un genere “semplice” e ripetitivo, e per questo relegato a genere “secondario”, ha invece numerose sfaccettature e fornisce diverse chiavi di lettura della realtà che ci circonda, che comprendono anche l’analisi delle motivazioni dell’“agito” criminale, ma calate in un preciso contesto sociale. Tutto questo nel solco della migliore tradizione noir, non solo italiana, a cominciare dai romanzi di Carlo Emilio Gadda fino a quelli di Simenon, Scerbanenco, fino al “Gruppo 13” di Bologna, l’associazione che comprendeva autori come Loriano Macchiavelli, Carlo Lucarelli, Marcello Fois e così via. Parlando dell’ultimo romanzo di Valerio, “Reo Confesso” – Ed. Mondadori, si è anche visto come sia possibile scrivere un romanzo giallo “al contrario”, cioè partendo dalla confessione del delitto da parte del suo autore, cosa che risulta quanto meno “spiazzante” sia per il commissario che all’interno della narrazione deve indagare, sia per il lettore, perché in un certo senso stravolge la natura stessa della narrazione “gialla”. E a furia di procedere “a ritroso”, si è finiti per scoprire le origini del commissario Soneri, modellato su un commissario incontrato nella realtà da Valerio quando, in qualità di redattore della Gazzetta di Parma, dovette interessarsi ad un vero e proprio fatto di cronaca, il “delitto Carretta”, un triplice delitto che fece molto scalpore, avvenuto nel 1983 a Parma, città importantissima sia per Valerio, sia per Soneri.
Una serata, quindi, molto interessante e piacevole, con due autori che consigliamo vivamente di seguire, come tutti gli autori che ogni anno, da otto anni a questa parte, ci affascinano con i loro racconti e romanzi, ma soprattutto con le interviste, che ci aiutano a scoprire, di volta in volta, diverse sfaccettature e tratti del loro carattere e del loro stile.

Il prossimo appuntamento con Maggio in Giallo è sabato 28 maggio alle 18:00 presso la Libreria LIBROPOLI, a San Giuliano Milanese, con Alessandro Bastasi e Mirko Giacchetti.

Stay Tuned!

Piera Scudeletti
Circolo 6×4

logo_bikepoint

Gli articoli di RecSando / Bicipolitana Network sono in linea grazie alle Convenzioni con gli esercizi commerciali che aderiscono al progetto #BikePoint  La mappa interattiva dei #BikePoint presenti sul territorio, viene costantemente aggiornata [visita la #MapHub] Diventa #BikePoint, compila il modulo di adesione
SCONTI E VANTAGGI AI SOCI DI N>O>I / RECSANDO / BICIPOLITANA NETWORKDIVENTA SOCIO