1,926 Visite totali,  102 visite odierne

STOP al chilometro che taglia il Cammino dei Monaci

Giovedì 21 aprile 2021 alcune realtà si sono incontrate per vedere di unire le forze per difendere il patrimonio culturale e ambientale di questa parte del Basso Milanese. 
Vediamo un territorio frazionato con campi tagliati e rete irrigua interrotta da nuove costruzioni e infrastrutture, rogge storiche soppresse o intubate e i borghi e i beni storici e culturali abbandonati all’oblio e al degrado per incuria, ignoranza o calcolo. 
 
L’urgenza ci ha fatto concentrare sulla nuova viabilità fra Civesio e Borgo Lombardo: un solo chilometro di asfalto che però avrà pesanti conseguenze per l’aumento di traffico e la perdita di quiete in queste frazioni e andrà a interrompere l’unica fascia verde del Cammino dei monaci rimasta fra San Giuliano Milanese e San DonatoMilanese.
Il danno su un’area molto delicata per la presenza di importanti beni culturali (abbazie, mulini,cascine), degli ultimi campi della zona tutelati dal Parco Agricolo e le ultime marcite.
Questo solo chilometro di asfalto cambierà molto della  percezione del paesaggio per chi percorrerà “Il cammino dei monaci”  e costituirà una ferita irreversibile.
Abbiamo perciò deciso di scrivere un documentoindirizzato al Comune di San Giuliano Milanese, ma anche al Parco Agricolo e ad altre realtà come da allegato per richiedere:
  1. LA RIPUBBLICAZIONE DELLA VARIANTE DEL PGT che si rende necessaria ogni qualvolta una o più osservazioni accolte incidano pesantemente sul Piano, in modo che questo sia sottoposto ad una nuova fase partecipativa e a nuove osservazioni.
  2. LA VALUTAZIONE DELL’IMPATTO PAESAGGISTICO E AMBIENTALE, studi che non sono stati fatti al momento della stesura della variante al PGT. 


Infatti  la nuova viabilità:

  •  impatterà fortemente su una zona tutelata dal Parco Agricolo Sud Milano 
  • una zona ad alto valore paesaggistico (per la vicinanza dell’abbazia di Viboldone, del molino Torretta, della stessa cascina Sesto Gallo, del corso d’acqua della Vettabbia e delle ultime marcite). 
  • Interromperà la continuità tra il Parco della Campagnetta e il nascente parco della Vettabbia
  • taglierà il percorso del “cammno dei monaci” nell’unica alternativa all’attraversamento della zona industriale di Sesto Ulteriano. 
  • Infine causerà inquinamento atmosferico e acustico e rischi per la sicurezza degli utenti. tra cui i ragazzi dei dei vicini istituti scolastici.
Nell’allegato il testo inviato al Comune di San Giuliano Milanese
 
 WWF Sud Milano, Italia Nostra Milano Sud-Est,; Associazione GreenSando, ; Associazione culturale per l’Autogestione: Ass. Culturale Amici di Carlotta ; Associazione Culturale Orizzonte,  Comitato Giù le mani dalla Campagnetta. 
logo_bikepoint

Gli articoli di RecSando / Bicipolitana Network sono in linea grazie alle Convenzioni con gli esercizi commerciali che aderiscono al progetto #BikePoint  La mappa interattiva dei #BikePoint presenti sul territorio, viene costantemente aggiornata [visita la #MapHub] Diventa #BikePoint, compila il modulo di adesione
SCONTI E VANTAGGI AI SOCI DI N>O>I / RECSANDO / BICIPOLITANA NETWORKDIVENTA SOCIO

Listen to this article
Listen to
this article
Text to speech by Listencat
Text to speech
by Listencat