San Donato: il policlinico si amplia ulteriormente con una nuova sezione riservata alla ricerca

Spazio anche per attività didattiche, con l’inserimento delle facoltà di Scienze Infermieristiche e Medicina e Chirurgia della Statale di Milano.

Dopo la realizzazione della nuova ala, completata tra il 2009 e il 2010, il Policlinico di San Donato prosegue nel suo processo di ampliamento, che vedrà l’aggiunta di una nuova struttura da 2mila mq per 4 piani di altezza.
In base alle prime informazioni ufficiali trapelate, si tratterà di un vero e proprio polo universitario, che sarà totalmente dedicato alla ricerca e alla didattica.

La nuova “dependance”, che verrà realizzata da zero nelle vicinanze del pronto soccorso, ospiterà le facoltà di Medicina e Chirurgia e quella di Scienze Infermieristiche dell’Università Statale di Milano, assieme ad alcuni laboratori di analisi e ricerca all’avanguardia.
L’iter burocratico necessario a dare avvio alla cantierizzazione dell’opera è partito nei giorni scorsi, come peraltro già notificato in via ufficiale anche dal Comune, sebbene ancora non siano state fatte previsioni circa la partenza dei lavori.
In tal senso, la realizzazione della nuova sezione permetterà di dare seguito alla convenzione che la struttura sanitaria ha in essere ormai da 20 anni con il polo universitario milanese.
L'ospedale di San Donato rappresenta di fatto uno dei pochi esempi di strutture sanitarie in Italia capaci di coniugare alla perfezione l’attività di cura e trattamento delle patologie con quelle di ricerca e didattica. In particolare, la ricerca scientifica operata all’interno del policlinico ha subìto un forte incremento a partire dal 2006, quando il Ministero della Salute tributò al nosocomio il riconoscimento di Irccs, cioè Istituto di ricovero e cura a carattere scientifico.