Home » Blog » Problematiche legate alla sicurezza nel “Quartiere Serenella”.

Problematiche legate alla sicurezza nel “Quartiere Serenella”.

Egregi Direttori,
da qualche tempo il quartiere Serenella è interessato da problemi legati alla sicurezza; la percezione  dagli abitanti del quartiere è vissuta come pericolosa e determina un atteggiamento di paura e insicurezza.
 
Schiamazzi notturni in particolare dal venerdì alla domenica, persone che si ubriacano, in particolare extracomunitari, che disturbano la quiete nel quartiere e che alla chiusura del parco proseguono fino alla mattina con musica  ad alto volume lasciando in giro bottiglie anche rotte e residui di alimentazione di ogni tipo; inoltre spaccio, atti di vandalismo e furti o picnic non sanzionati nel parco nonostante le telecamere presenti..

 
Il Comitato di quartiere è preoccupato che tutti gli sforzi messi in campo per migliorare la vivibilità  i risultati raggiunti attraverso la riqualificazione e recinzione del Parco Serenella vengano vanificati. Si rileva che il parco è molto vissuto da anziani, adulti, e bambini e il riqualificarlo ha comportato per l'Amministrazione Comunale un impegno economico rilevante.
Proprio per queste ragioni, abbiamo messo in campo una serie di iniziative sui problemi della sicurezza e dell'integrazione, non solo per garantire il rispetto delle regole, ma per favorire una maggiore integrazione per altre culture comunitarie ed extracomunitarie.
 
Pertanto abbiamo chiesto e ottenuto un incontro con il Comandante dei Carabinieri di San Giuliano Milanese già nel mese di Luglio e con il nuovo Sindaco Marco Segala nelle prime settimane di settembre; nel corso degli incontri abbiamo chiesto un intervento più deciso nei confronti di ogni forma di illegalità presente nel quartiere compreso un intervento più incisivo da parte della Polizia locale alla quale sono stati ridotti i turni di lavoro, “ per mancanza di personale”.
 
Tuttavia, visto il peggiorare della situazione e le proteste di molti cittadini del Quartiere che hanno ritenuto di sentire direttamente dalla voce del Sindaco, le intenzioni dell’Amministrazione, il Comitato ha fatto presente con la lettera allegata, al Prefetto di Milano dott. Marangoni e al Comandante del Comando Provinciale dei Carabinieri , tutti i problemi ai quali il quartiere di circa 2.000 abitanti è sottoposto con più rilevanza nel periodo estivo e cioè da  maggio a settembre.
 
Si precisa che  le iniziative messe in campo dal Comitato per migliorare la vivibilità, sono tante, come ad esempio la festa annuale di quartiere, le iniziative a favore del mantenimento del Parco Serenella- la gestione del campo di calcetto – l’ iniziativa “puliamo il Parco”che ha coinvolto anche gli stranieri- le battaglie per la copertura del redefossi e la riqualificazione di P. Alfieri e la Via Toscani- Magri in evidente stato di degrado.
 
Le azioni del comitato di quartiere hanno portato il Comando provinciale dei CC ad un intervento deciso    e che da circa 8 giorni presidiano in forze tutta la zona per verificare la fondatezza di tutto ciò che stiamo denunciando. Di  ciò ringraziamo le Autorità anche se la paura della gente è che sia il solito intervento sporadico per tappare la bocca alle proteste. Tuttavia i giornali hanno pubblicato a cosa ha portato l’intervento di questi giorni che ha riguardato altre zone di San Giuliano Milanese.
 
 
 
 
 
Dall’altra parte il Sindaco Marco Segala insieme all’Assessore alla sicurezza Daniele Castelgrande nell’Assemblea Pubblica del 3 ottobre molto partecipata hanno ascoltato la rabbia dei Cittadini che hanno esposto lamentele e proposte per migliorare la situazione.Il Comitato non può condividere però che un Assessore  nella sua Autorità Istituzionale si esprima con una frase del tipo “io sono per la repressione e per far intervenire l’esercito”, mentre qualche Cittadino dimenticandosi che la campagna elettorale è finita ha detto che questo è il primo Sindaco che si presenta ai Cittadini del Quartiere; forse perché lui quando sono venuti gli altri che per dovere di cronaca si sono sempre presentati alle assemblee del comitato, era a dormire.
 
Ma al di là delle polemiche, le proposte che sono venute fuori sono le seguenti:
 
1. ripristino dell’Ordinanza che vieta il consumo di bevande alcooliche da una certa ora fino al mattino successivo nei luoghi aperti al pubblico da pubblicizzare in modo adeguato e che tutte le attività commerciali devono esporre. (su ciò il Sindaco farà una verifica).
2. Adeguamento degli orari di apertura e chiusura del Parco !
3. Allargamento dei turni dei vigili che devono garantire la presenza nelle ore serali e notturne in particolare nel periodo estivo.
4. verifica del funzionamento delle telecamere presenti con un loro eventuale potenziamento attraverso contributi regionali e che naturalmente devono essere controllate.
5. adeguata regolamentazione sull’utilizzo del parco indicando con appositi cartelli i divieti e le sanzioni previste.
 
Naturalmente il comitato di quartiere nell’incontro avuto col Sindaco e con il mandato dei cittadini del quartiere hanno sviluppato altre proposte aggiuntive e ci auguriamo che il Sindaco e l’Assessore nel mese che si sono presi per prendere decisioni, incontrino prima di renderle operative, i rappresentanti del quartiere.
 
Il comitato non chiede di creare uno stato di guerra nel quartiere, ma che si lavori anche per l’integrazione attraverso iniziative culturali, ricreative, festive e sportive con un coordinamento tra le Autorità di pubblica sicurezza per controllare in modo adeguato il territorio facendo rispettare le regole ; sarebbe auspicabile non rinunciare all’impiego delle guardie ecologiche quale supporto per le violazioni relative ai luoghi pubblici nei parchi e giardini.
 
Inoltre alla solita manfrina che ci viene proposta dal Sindaco che i vigili sono insufficienti, rispondiamo che pur essendo in parte vero, la polizia locale può essere riorganizzata in quanto nell’ente locale manca il personale dappertutto .Si potrebbero utilizzare anche forme consorziali con altri comuni per garantire  ad esempio un potenziamento della polizia locale sull’asse della Via Emilia..
 
Questo è quanto accaduto in queste ultime settimane nel quartiere Serenella;Chiediamo a voi di riuscire a dare una informazione giornalistica che dia il senso di ciò che sta succedendo.
 
Nel ringraziarvi anticipatamente e allegando la lettera inviata al Prefetto e al comando provinciale, inviamo cordiali saluti.
 
P.S. APPRENDIAMO IN QUESTO MOMENTO CHE LA POLIZIA LOCALE QUESTA SERA , NON SAPPIAMO PER ORDINE DI CHI E SENZA UN AVVISO PUBBLICO HA CHIUSO IL PARCO ALLE ORE 18,00 SENZA NESSUN CONFRONTO CON I RAPPRESENTANTI DEL COMITATO DI QUARTIERE.
Ciò mette in difficoltà i Cittadini che ignari erano nel parco e metteva in discussione coloro che avrebbero giocato nel campo di calcetto, e pertanto chiederemo al Sindaco e all’Assessore alla Sicurezza le dovute spiegazioni
 
Per IL COMITATO DI QUARTIERE SERENELLA
Il Presidente PIANO GIANCARLO
 

 64 Visite totali,  2 visite odierne