932 Visite totali,  1 visite odierne

Cittadini di Paullo

Paullo da Paese modello a Città decadente

Paullo nella sua storia amministrativa è stata un esempio e un modello per la qualità e quantità dei servizi pubblici, per dotazione di verde pubblico attrezzato per cittadino, per uno sviluppo equilibrato e ordinato.
Il consenso della popolazione ha raggiunto in quelle epoche numeri elettorali mai più neanche avvicinati.
Negli ultimi due mandati abbiamo assistito a una progressiva decadenza(fatto salvo l’impegno dei singoli nei vari settori ) , senza mai promuovere sul serio la partecipazione della popolazione.

Facciamo solo alcuni esempi:

  1. Maggioranza e opposizione riescono nel “capolavoro” di far trasferire prossimamente la caserma dei carabinieri a Tribiano, arrecando un grave danno alla sicurezza dei cittadini. Si deve lavorare per mantenere aperto anche il presidio di Paullo, non si sprechino ulteriori soldi pubblici per ristrutturare l’edificio per altri fini come prevede l’attuale piano delle opere pubbliche. Si proponga comunque la presenza di un nuovo commissariato di Polizia che utilizzi la caserma esistente e in questo senso ci stiamo già muovendo.

2.Il distretto sanitario pubblico di Via Mazzini 17/19 è stato inserito sciaguratamente nel piano delle vendite degli immobili da parte della giunta. Con l’epidemia degli ultimi 2 anni e il bisogno di salute occorre fare esattamente l’opposto e cancellare l’alienazione. Rilanciare la presenza degli ambulatori e il presidio territoriale della sanità pubblica che Paullo ha ottenuto con una storica e vittoriosa vertenza sociale e istituzionale conclusasi nel 1995 deve essere un obiettivo prioritario, contrastando l’ulteriore ingente finanziamento ai grandi gruppi della sanità privata da parte della giunta Regionale Lombarda

Con il nuovo Direttore ASST va rinnovato il contratto di affitto, programmata la manutenzione dell’immobile e potenziate le specialità operanti, non soggiacendo alla continua espansione della sanità privata anche nei nostri comuni. Bisogna sostenere il distretto sanitario e la residenza socio-assistenziale cascina Ronco con tutto il personale che anche durante l’epidemia Covid ha dimostrato alta professionalità.

3. Da 8 anni la storica scuola elementare di Via Mazzini è in disuso e in abbandono. Quanto ancora bisogna studiare? Dopo aver speso somme enormi per il rifacimento di Via Mazzini e P.za Libertà (circa € 1.800.000) per una opera inutile e superflua, occorre investire con serietà per il riutilizzo scolastico dell’immobile di Via Mazzini, perché a Paullo e in tutti i paesi l’edilizia scolastica deve essere potenziata.

Non si azzardino a toccare le piante monumentali antistanti la ex scuola.

Polo Logisitico

4. La logistica di San Pedrino va bocciata. Un quartiere sorto negli anni 90 con grandi spazi, con la piscina accanto, con destinazioni residenziali e commerciali non ha mai contemplato la logistica accanto alle case.

Le osservazioni contrarie alla logistica presentate entro il 13 giugno 2021 vanno discusse e approvate per tutelare il quartiere e tutto il territorio comunale. Vanno raccolte le sollecitazioni arrivate dalle manifestazioni popolari del 18 Aprile 2021 e del 29 Maggio 2021.

La mobilitazione della cittadinanza, dei comitati e delle associazioni ambientaliste deve continuare, valutando tutte le strade amministrative e giudiziarie per tutelare l’interesse pubblico, che non può prevedere arrendevolezze rispetto agli interessi privati.

La partecipazione popolare va subito recuperata in una situazione di totale carenza di informazioni chiare su piani e contabilità e di strumenti di consultazione istituzionale come le commissioni (abolite dall’amministrazione comunale in carica) in grado di relazionarsi in modo ordinato ed efficacie con il territorio e con Città Metropolitana – Parco Agricolo Sud Milano – Regione Lombardia.

Purtroppo, decisioni importanti sono frettolosamente imposte in un periodo eccezionale in cui l’epidemia e le preoccupazioni per la salute oscurano il destino urbanistico di paesi e città e, comunque, ci auguriamo che la giunta comunale non voglia arrivare a delle conclusioni negative pro-logistica “casualmente” nella settimana di ferragosto e che finalmente ci sia uno scatto di tutta la comunità e di tutte le istituzioni per salvaguardare un territorio che merita rispetto

Michele Damiani – Massimo Gatti – Alberto Pacchioni

logo_bikepoint

Gli articoli di RecSando / Bicipolitana Network sono in linea grazie alle Convenzioni con gli esercizi commerciali che aderiscono al progetto #BikePoint  La mappa interattiva dei #BikePoint presenti sul territorio, viene costantemente aggiornata [visita la #MapHub] Diventa #BikePoint, compila il modulo di adesione
SCONTI E VANTAGGI AI SOCI DI N>O>I / RECSANDO / BICIPOLITANA NETWORKDIVENTA SOCIO