Home » Blog » Obiettivo Sicurezza: il sindaco chiede un potenziamento del numero dei militari

Obiettivo Sicurezza: il sindaco chiede un potenziamento del numero dei militari

In una lettera inviata in data 25 gennaio u.s. al Prefetto Luciana Lamorgese e al Comando Provinciale dei Carabinieri di Milano, il Sindaco Marco Segala segnala le complessità e le criticità legate alla sicurezza del territorio di San Giuliano, uno dei più estesi nel contesto della Città Metropolitana e al contempo significativamente popoloso (oltre 38.000 abitanti).
La lettera riporta che le specifiche problematicità della sicurezza si manifestano in maniera differente sul territorio: infatti negli ambiti di San Giuliano “centro” sono tipiche delle zone residenziali urbane di cintura rispetto alla città metropolitana, mentre nelle frazioni a più spiccata vocazione agricola (Civesio, Mezzano e Pedriano), queste risultano collegate all’ampiezza delle zone da controllare e alla conseguente difficoltà di esercitare sulle stesse un’azione continuativa di presidio e pattugliamento. La rilevanza di questo tema e il senso di insicurezza diffuso sono emersi anche nel recente sondaggio commissionato dall’Ente: la sicurezza è infatti una delle priorità che i cittadini ritengono più urgenti da risolvere, a fronte anche di un aumento delle lamentele per episodi di quotidiana microcriminalità, di inciviltà e di mancato rispetto delle regole del vivere civile, e non da ultimo, degli episodi criminosi recentemente verificatisi nel territorio, noti alle cronache locali e nazionali.

Sul territorio, oltre al Comando di Polizia Locale che ad oggi dispone di un organico di 25 operatori in servizio su 3 turni giornalieri, con funzioni principalmente di polizia stradale e amministrativa, è presente la Tenenza dei Carabinieri.
“Le forze dell’ordine che quotidianamente e con encomiabile impegno svolgono la propria attività – scrive il Sindaco Marco Segala – non sono purtroppo più in grado di fronteggiare l’attuale situazione di precarietà in tema di sicurezza che sta vivendo la città, stante l’esiguità numerica degli operatori, l’ampiezza del territorio e la pluralità delle competenze a loro assegnate. Nonostante la dedizione e l’abnegazione dei Militari della Locale Tenenza dei Carabinieri e il supporto del Comando Compagnia di San Donato Milanese, l’attuale organico dei Militari consente la disponibilità di una sola pattuglia nelle ore serali e notturne, non dedicata in via esclusiva al territorio di San Giuliano Milanese in quanto la Tenenza ha altresì competenza per il presidio del territorio del Comune di Mediglia (ulteriori 22 chilometri quadrati).”
Prosegue con un commento il Sindaco: “La nostra Amministrazione, pur nella consapevolezza delle criticità di bilancio, ha voluto investire sul Corpo di Polizia Locale, sia nel 2017 che nell’anno appena iniziato, sia in termini di risorse umane con l’assunzione di cinque nuovi agenti di Polizia Locale, sia con risorse strumentali quali l’acquisto di quattro nuovi veicoli e la fornitura di attrezzature informatiche da impiegare nell’attività di polizia stradale. Nonostante le azioni concrete intraprese e l’impegno quotidiano degli appartenenti al Corpo di Polizia Locale, questi ultimi, con le proprie forze, non possono far fronte alla crescente richiesta di presidio a garanzia della sicurezza espressa dai cittadini. Per rispondere concretamente e celermente alle esigenze della città, in qualità di Sindaco e di autorità locale di pubblica sicurezza, ho chiesto al Prefetto di aumentare la presenza dei militari dell’Arma dei Carabinieri appartenenti alla Compagnia di Intervento Operativo, a supporto dell’attività della Tenenza dei Carabinieri e al fine di potenziare, nell’immediato, il numero di operatori a presidio del nostro territorio. “

 28 Visite totali,  2 visite odierne