Home » Blog » Nuovi spazi per nuove idee

Nuovi spazi per nuove idee

Nuovi spazi per nuove idee. Nuove idee per nuove generazioni: Festivart Cultura

E’ in corso al Parco Nord di San Giuliano Milanese, la manifestazione FestivArt, patrocinata dal Comune di San Giuliano Milanese. Un contenitore culturale lo ha definito l’Assessore Lucà, giunta alla sua quarta edizione, una “tre giorni per i giovani”, (ma abbiamo visto anche meno giovani), dove si dà spazio alla creatività dei giovani talenti del territorio che vogliono mettersi in gioco. Si può così assistere a presentazione di libri, espressioni di arte (belli i teli di cellophane dipinti dai writers), esibizioni di arti marziali, perfomance musicali. Il tutto “condito” dalla gastronomia…

Al secondo giorno, sabato 5 settembre, si è sentito parlare di <CO-WORKING> – e di <START-UP INNOVATIVI>.

Termini nuovi per persone di una età oltre universitaria. A onor di verità, e devo scrivere “purtroppo”, a questo incontro, i giovani si contavano sulle dita di una mano…peccato, perché era un’occasione per ampliare i propri orizzonti, e conoscere opportunità di modi di lavorare non tradizionali, che tanti adulti non conoscono e pertanto non possono trasmettere.
A spiegare cosa vuol dire Co-Working, presentati dall’Assessore alla Cultura Maria Morena Lucà, due soci fondatori di OpenMilano Carla Parisi e Giorgio Fipaldini,,“. A parlare di Start-up e di lavoro diverso dal solito, AFOL Sud Milano, con Roberta Zuccoli e Susanna Ravelli 

LA GALLERIA FOTOGRAFICA
{gallery}02031_coworking_startup{/gallery}

In breve Giorgio Fipaldini, ci racconta come è nato Open, sito a Milano in Viale Montenero n. 6, lo definisce un “eco sistema culturale”, uno spazio di 1000 mq, che inizia il cammino come libreria, ma non la solita libreria che siamo abituati a conoscere – vedi,compri-esci- bensì uno spazio arredato, con divani, sedie e grandi tavoli, dove un libro lo puoi anche leggere. C’è anche un bar con servizio ristorazione. E poi tanti altri spazi per eventi culturali e/o business, conferenze, postazioni di lavoro temporanei, studio, corsi vari. I numeri? Un passaggio di 2.000 persone a settimana. Inoltre 350 aziende vi hanno svolto degli eventi, che possono essere un appuntamento una riunione di lavoro o corsi di formazione che magari hanno bisogno un certo spazio e in azienda non lo hanno. Oppure, anche organizzare una festa. Insomma, uno spazio, dove per forza di cose si incontrano tante persone e si può socializzare. Non fanno pubblicità, in fondo sembra non ne abbiano bisogno. Il passa-parola ha funzionato /sta funzionando molto bene. L’unico sistema di visibilità sono i social e digital, essendo presenti su Facebook.
Roberta Zuccoli presenta cos’è Afol Sud Milano, un’agenzia di lavoro, con cui il nostro stesso Comune collabora, che su questo territorio gestisce tre sportelli impiego, più centri formazione lavoro. In questa occasione l’obiettivo era però spiegare un progetto proposto per la seconda volta, insieme con il Centro Itard Lombardia: il MIP – Move Improve Prove 2, che <dà la possibilità di svolgere tirocini in Europa nell'ambito della creatività allo scopo di fare un'esperienza di lavoro all'estero, realizzare un prototipo/progetto della propria idea e farla, eventualmente, diventare impresa>. Gli ambiti in cui possono cimentarsi sono le arti visive, lo spettacolo, l’editoria, il design o la fotografia. E, insieme alla collega Susanna Ravelli hanno raccontato varie esperienze di giovani che questa esperienza l’hanno vissuta e ora la mettono a frutto.
Redazione RecSando Angela Vitanza

 30 Visite totali,  2 visite odierne