Melegnano e Pantigliate, morti due gioavni

Due tragedie con la morte di due giovani, un ragazzo di Melegnano e uno di Pantigliate hanno segnato questo week end funesto. Manuel Blanco Brumone aveva 23 anni e si trovava sulla tangenziale di Crema, intorno alle 12.45 di venerdi scorso. Per motivi ancora da chiarire la sua auto ha sbandato ed è finita sulla corsia opposta, inevitabile il frontale contro un autoarticolato, che ha cercato inutilmente di frenare. Il giovane è morto sul colpo, si stava recando a Cremona, dove lavorava.
Ancora più drammatica ed inspiegabile la morte di Alessandro Gioia 24 anni, di Pantigliate, Calciatore nelle giovanili, nella squadra di casa. Alle 5.45 di sabato, ha lasciato gli amici al Mc Donalds di Segrate, ubicato sulla Rivoltana nel complesso che ospita il noto Luna Park dell’Idroscalo, per andare a fare una passeggiata. Ha scavalcato il Guard Rail di protezione e sul ciglio della strada, nota per la sua pericolosità, è stato falciato da un auto o da un Tir che non si è fermato per soccorrerlo, morendo sul colpo. 

Due giovani vite spezzate e non mancano le polemiche, più che tragedie a volte queste sembrano veri e propri suicidi, descritti entrambi come bravi ragazzi con la testa sulle spalle, ma il dubbio resta, soprattutto per Alessandro, cosa ci faceva da solo e a piedi in contromano sulla strada Rivoltana, che oggi è uno stradone che connette la Brebemi? Non si hanno ancora notizie del suo investitore, i Carabinieri di San Donato che stanno seguendo il caso non escludono si tratti di un Tir che non si sia accorto di nulla, vi era infatti una fittissima nebbia. 

Inviato da: Sabina Dall'Aglio