Home » Blog » Limitazioni all’applicabilità della SCIA

Limitazioni all’applicabilità della SCIA

In base a quanto introdotto dal Decreto Legge n. 69 del 21 giugno 2013 (c.d. “Decreto Del Fare”), poi convertito nella Legge 98/2013, la Giunta propone al Consiglio Comunale una delibera sugli ambiti territoriali nei quali non è applicabile la segnalazione certificata di inizio attività (SCIA) per: interventi di demolizione e ricostruzione, varianti ai permessi di costruire, che comportano modifiche della “sagoma” degli immobili ai sensi del Decreto del Presidente della Repubblica 380 (6 giugno 2001).
“Abbiamo recepito le novità che sono state introdotte dalla norma in modo che in particolari aree del territorio di San Giuliano venga limitata l'applicabilità della SCIA e di conseguenza si possano avere maggiori forme di controllo sulle trasformazioni che riguardano ambiti sensibili dal punto di vista storico, artistico e ambientale.

Proporremo questo provvedimento al Consiglio Comunale, con la speranza che si esprima nel merito non oltre il 30 giugno, poiché è necessario adempiere entro quella data”, ha commentato l'assessore Mario Oro con delega all'Urbanistica, Opere Pubbliche e Mobilità Sostenibile.
Nella delibera sono pertanto stati individuati: 
– Gli Insediamenti rurali isolati di interesse paesistico, in riferimento al Piano Territoriale di Coordinamento del Parco Agricolo Sud Milano;
– I Nuclei rurali di interesse paesistico, da PTC del Parco Agricolo Sud Milano;
– I Nuclei di grande valore storico-monumentale, ancora in base al PTC del Parco Agricolo Sud Milano;
– I Nuclei di Antica Formazione come da Piano di Governo del Territorio.

 11 Visite totali,  2 visite odierne