Home » Blog » La rinascita de Boschetto della droga

La rinascita de Boschetto della droga

Domenica 24 settembre inizia la rinascita del famigerato “boschetto di Rogoredo”.

Il boschetto è quell’area, nota non solo a Milano ma anche nei comuni del sud est milanese, perché è diventata, nel corso degli ultimi anni, l’area di spaccio più grande della Lombardia, con frequentatori provenienti da ogni parte d’Italia.

L’Amministrazione comunale milanese, con l’intenzione di recuperare il territorio e restituirlo ai cittadini, a fine luglio ha affidato l’area verde di 650mila mq a Italia Nostra perché attraverso la struttura CFU (Centro forestazione urbana) persegua il recupero e la riconversione del boschetto in un’area sicura e fruibile.

Domenica 24 si compie così il primo atto verso la riappropriazione del territorio, nell’ambito della terza edizione di Green City Milano. Dalle 9 del mattino fino all’ora di pranzo i volontari di Italia Nostra, di Legambiente e tutti i cittadini e associazioni che lo vorranno parteciperanno a "Puliamo il mondo" al boschetto. Una mattinata di pulizia (in sicurezza) e condivisione cui seguirà un pic nic, un momento di festa per il quartiere e per la città.

Per organizzare e presentare l’evento, è organizzato un incontro mercoledì 13 settembre alle 21 al circolo Mondini di Rogoredo, in via Freikofel 1. In questa occasione sarà presente Silvio Anderloni per raccontare il progetto di Italia Nostra, gli assessori comunali milanesi Pierfrancesco Maran e Carmela Rozza, e i rappresentanti del Municipio 4.

Tutti, cittadini e associazioni, sono invitati a partecipare sia all’incontro del 13 settembre che all’evento del 24 settembre e a contribuire e collaborare per la trasformazione del boschetto.

Bicipolitana Network – Paolo Pisani


Gli articoli di RecSando / Bicipolitana Network sono in linea grazie alle Convenzioni con gli esercizi commerciali che aderiscono al progetto #BikePoint

 

 24 Visite totali,  2 visite odierne