L’Amministrazione aderisce a “Il Cammino degli Emigranti – CabriniLand Paths”.

L’Amministrazione Comunale di San Giuliano Milanese aderisce a “Il Cammino degli Emigranti – CabriniLand Paths”.
La Giunta ha deliberato il patrocinio al progetto, che in un articolato programma di iniziative vuole valorizzare il territorio di riferimento legato alla figura di Santa
Francesca Cabrini, Patrona Universale degli Emigranti, e contestualmente intende promuovere la presenza degli italiani all’estero richiamando l’attenzione sul loro
contributo nei rispettivi Paesi in cui vivono e sono attivi.
In particolare, gli obiettivi seguono quattro linee guida:
− Tracciare e perfezionare un “Cammino” dedicato all’emigrazione italiana, che conta attualmente 80 milioni circa di oriundi connazionali sparsi per il mondo e 7.426 associazioni di italiani all’estero (Censimento anno 2000 del Ministero Affari Esteri). Il progetto intende rivolgersi ai potenziali visitatori di Expo 2015.
− Valorizzare la storia e le opere di Santa Francesca Saverio Cabrini: dal 1950 Patrona Universale degli Emigranti, lodigiana, fondò a Codogno (Lodi) l’Istituto delle “Missionarie del Sacro Cuore” e dedicò la sua opera agli emigranti italiani di fine ‘800 nelle due Americhe, nel momento più difficile della loro storia. Attraversò l’Atlantico ben 24 volte e operò in 7 Paesi, fondando 80 istituti tra scuole, case di riposo, convitti, orfanotrofi e ospedali.
− Caratterizzare i 100 chilometri del “Cammino”, che vanno dalla Stazione Centrale Milano fino a Codogno, rendendoli riferimento e palcoscenico dell’associazionismo culturale degli italiani nel mondo.
− Evidenziare la relazione tra gli Italiani all’Estero e il territorio sud-milanese, raccontarne la storia e realizzare iniziative che possano esaltarne il suo
specifico valore culturale.
“Non vogliamo essere semplici spettatori di Expo 2015: San Giuliano saprà dare il suo apporto in termini di idee e iniziative. Questo progetto ci consente di cogliere le opportunità legate all’Esposizione Universale e rappresentare l’identità del nostro territorio.
Ci siamo già attivati affinché nei prossimi mesi e in modo particolare il prossimo anno i nostri concittadini si sentano partecipi e protagonisti in questo importante evento”, ha commentato Rosario Zannone, assessore allo Sviluppo Economico – Progetto Speciale Expo 2015.
Il progetto verrà presentato di volta in volta tramite una struttura itinerante ricavata da un container dismesso da mt 6 x 2,4 arredato e decorato per ottenere la massima visibilità e presenza per lunghi periodi nei centri dei principali comuni toccati dal “Cammino”. L’elemento che segnerà nel tempo il percorso è  appresentato da “sedute” artistiche scolpite in pietra, a simboleggiare la sosta del pellegrino.
La meta è l’istituto delle “Missionarie del Sacro Cuore” di Codogno, ed in particolare il suo “Museo Cabriniano” che raccoglie oggetti e documenti della vita della Santa a partire dagli anni dell’adolescenza fino alla sua morte, accanto a importanti testimonianze dei processi di Beatificazione e di Canonizzazione.
L’assessore alla Cultura e Storia locale Maria Morena Lucà ha spiegato: “il nucleo originario della nostra città si è sviluppato proprio grazie allo spirito di iniziativa messo in atto da centinaia di emigrati provenienti da varie regioni dell’Italia meridionale, che a partire dagli anni Cinquanta si sono insediati in questo territorio.
Ciò che hanno fatto e sanno fare gli italiani nel mondo costituisce un patrimonio da valorizzare, anche dal punto di vista culturale.
Conoscere, per ricordare: le molteplici storie di emigrazione servono a capire e affrontare meglio le problematiche di oggi”.

 4 Visite totali,  1 visite odierne

CS SGM