Home » Blog » Immagini dal tempo dei Giganti

Immagini dal tempo dei Giganti

5 Secoli. Sono quelli trascorsi da quel lontano 1515, quando sul nostro territorio, proprio qui, tra San Giuliano e Melegnano, a Zivido e dintorni, si scatenò quella feroce battaglia, conosciuta come Battaglia dei  Giganti, o di Marignano, tra i francesi di Francesco 1° e gli svizzeri, che di fatto controllavano da tre anni  il Ducato di Milano di Massimiliano Sforza. Erano i giorni di questa nostra settimana. E in città si sono organizzate  più mostre per ricordarla e raccontarla.

Il prologo dall’1 al 9 Settembre, al Castello Mediceo di Melegnano, dove il Sangiulianese Emilio Magro ha allestito la sua grande mostra dedicata alla Battaglia, esponendo la sua “cavalleria” con i due schieramenti. Migliaia di soldatini di carta, curati uno a uno. E poi i piedistalli con le effigi dei personaggi dell’epoca, compreso Leonardo Da Vinci a grandezza naturale. E un grande plastico, riproducente la Milano di allora.  Il pezzo più imponente,  un cavallo a grandezza naturale, cavalcato da una cavaliere che indossa un’armatura di metallo. Tutto materiale costruito dal professor Magro. Da sabato 12 la stessa esposizione si trova presso la biblioteca di Piazza della Vittoria a San Giuliano. Tempo permettendo, domenica 20 settembre, se ne potrà visitare una parte lungo il Borgo di Zivido.

Sempre sabato 12 settembre, l’altra grande mostra è stata allestita al Castello di Zivido.

Al Castello di Zivido – galleria fotografica
{gallery}02045_castellozivido{/gallery}

Alla presenza del Sindaco  Lorenzano, del Vice  Piraina, dell’assessore Carminati, del Maresciallo Zorzetto, del Prevosto della Città don Luca Violoni e degli ospiti svizzeri della Fondazione Pro-Marignano Franco Valli e Jurg Stussi Lauteburg.  Accolti dal “Cardinale” Schiner, dal Re e dalla Regina di Francia e dal Duca Massimiliano e consorte…..e dai componenti del Comitato Cultura Locale, con la presidente Cristiana Amoroso che ha dato il benvenuto agli ospiti presenti invitandoli a visitare questo edificio ai sangiulianesi quasi sconosciuto, che 500 anni fa fu teatro dell’uccisone degli ultimi soldati svizzeri, che all’interno rifugiatisi, pensavano di salvarsi dai francesi. I quali vi diedero fuoco, facendoli tutti perire. Grande il lavoro svolto dal Comitato,  composto, oltre che da Cristiana Amoroso, da  Pierino Esposti, – studioso della storia del territorio che da trent’anni  si occupa  di ricerche sulla Battaglia di Marignano –  Valeria Dainese, Manuela Baldi, Maria Cristina Tosi, Clara Calabrese e don Emanuele Kubler Bisterzo.

Leggi anche:
I Giganti 500 Anni dopo : Marignano 1515 – 2015

 

GALLERIA FOTOGRAFICA
{gallery}02043_tommy{/gallery}                                                      

La mostra, organizzata in collaborazione della Pro-loco di Melegnano,  è visitabile a Zivido fino al 20 settembre. poi traslocherà al Castello Mediceo di Melegnano.
Altro importante appuntamento sabato pomeriggio 12 settembre, la premiazione del concorso di pittura sempre sul tema della Battaglia dei Giganti. Concorso suddiviso in due gruppi :  quello delle scuole sangiulianesi, a cura del Consiglio Comunale dei Ragazzi,  che si sono cimentati con la descrizione della battaglia con soldati e soldatini; e quello dei pittori, giovani e veterani. Il lavoro dei primi verrà premiato durante la Festa della Città nel prossimo mese di ottobre. I lavori dei più grandi, ma con sorpresa, sono stati premiati dal Sindaco Lorenzano  e dall’Assessore Lucà nel tardo pomeriggio., alla presenza di numerosi convenuti. La sorpresa è stata grande, quando si è scoperto che la vincitrice è una bimba di 11 anni  iraniana, Diana Danaei. Con un quadro a cui ha dato il seguente titolo: Una ragazza rimasta da sola nella guerra, che sta sognando di avere la mamma vicino. Premiato con la seguente motivazione: “L’infanzia rappresentata da una bambina con un segno di purezza pittorica, è quanto di più si possa immaginare: Il rifiuto della guerra e l’amore per la vita”. La bimba, come premio, avrà a disposizione la sala Tapia Radic per una settimana, per esporre le sue creazioni.
Al secondo posto, Sergio Borsotti, già conosciuto nell’ambiente artistico sangiulianese,  con l’opera dal titolo “Rinascita”: La speranza che rinasce dopo gli errori umani condizionati dal potere, è la forza della vita che nessuno potrà mai distruggere.
Al terzo posto un ex-equo: Una pittrice molto conosciuta a San Giuliano, Rosanna Bottani con il dipinto a olio  “La Battaglia di Marignano” in quanto trasmette visivamente l’evento storico della Battaglia dei Giganti.
Infine il secondo quadro  a parimerito,  un’altra opera di giovane artista, Giulia Pozzoli , 16 anni, con “La Palude”: per l’ottimo effetto pittorico in un’’opera molto valida.
I vincitori hanno avuto in premio una tela  donata dallo sponsor Danilo Distico e la pergamena di encomio del Comune.

Redazione RecSando Angela Vitanza – Galleria Fotografica Luigi Sarzi Amadè

 67 Visite totali,  2 visite odierne