Home » Blog » Il valore educativo del teatro

Il valore educativo del teatro

Domani al Troisi, alcuni detenuti di Opera, protagonisti di un laboratorio teatrale volto al recupero e al reinserimento sociale, porteranno in scena due testi di Pirandello

 I detenuti della compagnia teatrale della Casa di reclusione Milano-Opera e Pirandello. Un insolito binomio per offrire nuove prospettive a chi ha sbagliato e si trova a percorrere la “via” del recupero e del reinserimento sociale. Domani (giovedì 10 maggio) alle 20.30, sul palco del Troisi saranno portate in scena la La Patente e Bellavita, due opere firmate dal grande drammaturgo italiano insignito del premio Nobel per la letteratura nel 1934. A recitare saranno alcuni detenuti, protagonisti del progetto Percorsi di giustizia ripartiva, realizzato in collaborazione con l’associazione In-Opera, il gruppo Teatro Terapeutico, l’azienda ospedaliera Asst Santi Paolo e Carlo e la Parrocchia di Sant’Enrico.

 «Per molti degli attori – spiega il Sindaco Andrea Checchi – sarà la prima volta fuori dalle mura del carcere. Ospitandoli sul palco cittadino, vogliamo aiutarli a riannodare i fili con la società civile e, nel contempo, spronarli a proseguire il necessario e faticoso percorso culturale di riconciliazione che quotidianamente li attende».

 34 Visite totali,  2 visite odierne

CS SDM