Home » Blog » Il comune avvicina le aziende a chi cerca occupazione

Il comune avvicina le aziende a chi cerca occupazione

A dicembre si terrà la terza edizione della Fiera del Lavoro che ospiterà colloqui finalizzati all’assunzione. Il termine per candidarsi è il 30 novembre
 
Il Comune al lavoro per dare propulsione al sistema occupazionale di San Donato e, più in generale, del Sud Milano. Con queste premesse, l’Amministrazione comunale lancia la terza edizione della Fiera del Lavoro, evento ideato per “mettere in rete” aziende e persone in cerca di occupazione. L’appuntamento – promosso con la collaborazione tecnica dell’Agenzia per la formazione, l’orientamento e il lavoro del Sud Milano Sud Milano – si terrà giovedì 15 dicembre nelle sale del Rege Hotel, struttura alberghiera cittadina ospitata in via Milano (lungo la Paullese).  
Nel corso della Fiera alcune aziende effettueranno colloqui di lavoro (finalizzati all’assunzione) tra candidati preselezionati. Le prime posizioni “aperte” sono già disponibili sul portale di Afol Sud Milano (www.afolsudmilano.it) che sarà aggiornato in tempo reale con nuove offerte. Gli interessati avranno tempo fino a mercoledì 30 novembre per presentare la propria candidatura via web.
 
Nelle prime due edizioni (entrambe organizzate insieme ad Afol) l’evento ha permesso a 156 persone di trovare lavoro. Ciò è avvenuto attraverso il vaglio di 5.530 candidature e grazie alla collaborazione di 67 aziende che nell’ambito della Fiera hanno perfezionato 630 colloqui di selezione.
 
«La crisi occupazionale – spiega l’Assessore al lavoro Massimiliano Bella – purtroppo colpisce anche il nostro territorio, con la conseguenza che tanti giovani professionalmente molto preparati non riescono ad accedere al mondo lavorativo. Per loro e per chi è alla ricerca di un’occupazione, anche quest’anno riproponiamo l’iniziativa che in un biennio è stata in grado di muovere numeri solo apparentemente “piccoli”. In due edizioni la Fiera ha contribuito a dare una nuova prospettiva a decine di famiglie. La “storia” lavorativa di ogni singola persona, infatti, muove un sistema sociale e famigliare che veste di un significato diverso i “semplici” numeri».
 
«La ricerca di un lavoro, insieme all’emergenza abitativa – aggiunge il Sindaco Andrea Checchi –, figura tra le problematiche più ricorrenti per cui i cittadini si rivolgono al Comune. Per affrontare il problema casa, come Amministrazione, abbiamo attivato un’apposita agenzia. In ambito occupazionale, abbiamo scelto di puntare sull’attività di formazione, attraverso il finanziamento di appositi progetti nel Piano Diritto allo Studio, e sulla creazione di una “rete” con le aziende del territorio che “affiora” in occasione della Fiera e, grazie alla mediazione di Afol, è operativa 365 giorni all’anno».

 7 Visite totali,  2 visite odierne