Home » Blog » Festa della Repubblica a Colori!

Festa della Repubblica a Colori!

I colori si sono messi in moto di prima mattina in questo 2 Giugno 2015, 69mo Anniversario della Costituzione della Repubblica Italiana. Perché negli ultimi due anni, il fiume colorato delle biciclette e dei bambini delle scuole elementari, quest’anno la Cavalcanti, sul sagrato della Chiesa in Piazza della Vittoria a cantare l’Inno di Mameli guidati dal Maestro  Cesare Ceo, sovrastano di gran lunga l’esiguo numero di cittadini che, fedeli alla patriottica tradizione,  hanno sfilato in corteo attraverso la Città, a seguito della Banda del Corpo Musicale della Libertà, delle Autorità Civili e Militari e delle rappresentanze delle Associazioni  partiti dal Palazzo Municipale alle 9.15 con destinazione Piazza Centrale.
E qui c’è stata l’esplosione di colore, l’incontro dei  tre fiumi : corteo ( in  tonalità scura, giusto un po’  di colore la banda , le bandiere e  i Confaloni), i  bambini  (una macchia bianco-rossa-verde sventolante bandierine tricolori) e le  biciclette partite da Viboldone con in testa il Sindaco Lorenzano  (multicolor).


Sindaco che in un brevissimo saluto ringrazia tutti, ma proprio tutti: I volontari che hanno permesso la riuscita della Manifestazione, a partire dal Corpo Musicale della Libertà,  la  Protezione Civile che assicura la sicurezza,  le Associazioni, lo  Staff dell’ Assessorato all’Educazione, il maestro Ceo, la scuola Cavalcanti e i genitori dei bambini per averli  accompagnati…don Luca quale padrone di casa…e il buon Dio per la bella giornata di sole. Il Primo Cittadino, con fascia tricolore ma in tenuta sportiva,  è attorniato da quattro ragazzi facenti parte dell’attuale Consiglio Comunale dei  Ragazzi. Anche lui ne fece parte nel 1998 rammenta, e ora è sindaco…chissà se tra di loro ve ne sarà uno in futuro. Guardandosi intorno, ricorda che la prima volta che presiedette questa cerimonia, nel 2011, in piazza ci saranno state una trentina di persone, compreso il corpo musicale….che tristezza….oggi, contando i circa 300 iscritti alla biciclettata, il coro e i cittadini
festanti, è tutt’altra cosa!

GALLERIA FOTOGRAFICA
clicca sull'icona "fr" per vederle

Elenca Lorenzano cos’è stato il 2 Giugno 1946: Referendum che ha abrogato la Monarchia e la conseguente nascita della Repubblica,  caduta del fascismo,  fine della guerra. Italia in ginocchio che doveva  rialzarsi, ricostruirsi,  ripartire Per pagare l’enorme debito di guerra.. ..simile per certi versi a una  situazione che stiamo vivendo oggi.
L’Italia abbiamo visto che si è rialzata. Questo è il messaggio che deve passare oggi in questa giornata di Festa. Un messaggio di speranza che bisogna trasmettere  a queste  nuove generazioni, che fanno sacrifici per studiare oggi e che faranno domani per avere un lavoro e un futuro.
Redazione RecSando Angela Vitanza – Foto Luigi Sarzi Amadè –Parlano più di un racconto..

 58 Visite totali,  2 visite odierne