FERTILITY DAY: San Giuliano aderisce alla promozione dell’iniziativa di ANCI e Ministero della Salute San Giuliano Milanese

Anche il Comune di San Giuliano Milanese aderisce alla pubblicizzazione dell'iniziativa promossa dal Ministero della Salute in collaborazione con ANCI, denominata “Fertility Day” e dedicata alla diffusione della cultura della prevenzione sulle cause dell’infertilità.
L’evento, che si propone su scala nazionale il prossimo 22 settembre e che vede il coinvolgimento, tra gli altri, degli Ordini dei Medici, delle Società Scientifiche e delle Farmacie, verrà realizzato quest’anno nelle città capoluogo di Roma, Bologna, Padova e Catania, le cui piazze saranno allestite con gazebi per attività di screening e prevenzione. “Siamo consapevoli che il tema della fertilità sia complesso e che vada affrontato senza preconcetti ideologici. Riteniamo che il Piano Nazionale per la Fertilità, che ha visto il contributo anche di autorevoli esperti in materia, sia un progetto perfettibile, ma valido – commenta l'Asssessore alle Politiche Sociali, Maurizio Broccanello.  Certamente, l'obiezione di molti relativa alla mancanza di politiche familiari a livello nazionale, che agevolino l'aumento del tasso di natalità è legittima, così come è altrettanto condivisibile il fatto che servirebbe un piano di interventi strutturali di welfare a sostegno delle famiglie e dei giovani.
Tuttavia queste criticità non devono esimere dal condurre approfondimenti e campagne informative sul tema della fertilità/infertilità, proprio in un'ottica di tutela delle giovani generazioni. Se allarghiamo poi lo sguardo, ci rendiamo conto di quanta importanza rivestano oggi i fenomeni socio-demografici che influiscono in modo tangibile sull'evoluzione delle nostre società; la stessa forte pressione migratoria impone ai Governi europei e non solo, una riflessione attenta anche rispetto a quale tipo di sviluppo demografico della popolazione abbiamo di fronte.
Un Paese che non sostiene chi fa figli è un paese destinato al declino: tocca alle classi dirigenti e alla politica – ognuno per quanto di propria competenza – creare le condizioni più favorevoli affinchè le coppie possano avvicinarsi al tema della genitorialità in modo davvero consapevole. “