Home » Blog » Emma Bondesan è la reginetta degli omografi

Emma Bondesan è la reginetta degli omografi

La studentessa della De Gasperi ha vinto la terza edizione del concorso linguistico Giocati la biblioteca. Il suo elaborato è stato giudicato il migliore tra i 469 partecipanti
 
Prima gli acrostici, poi i mesostici e, quest’anno, gli omografi. La scorsa settimana in Cascina Roma, si è chiusa la terza edizione del concorso Giocati la biblioteca, gara linguistica riservata agli alunni delle medie della città per farli familiarizzare con le parole e con la “buona abitudine” della lettura. L’iniziativa, nelle sue tre edizioni, ha coinvolto centinaia di ragazzi che si sono sfidati a “colpi” di arzigogoli verbali: oltre mille gli elaborati prodotti nel triennio (433 nel 2014, 418 nel 2015 e 469 quest’anno).  
A scrivere la parola fine sull’edizione 2016 del concorso è stata la cerimonia di premiazione, un frizzante appuntamento che ha visto l’ideatrice del concorso, Paola Buonacasa, coinvolgere i tanti giovani presenti in divertenti giochi linguistici. La parte ludica è servita a “scaldare” il pubblico – composto dai compagni di classe dei “finalisti” – in vista del culmine dell’appuntamento: la premiazione dei vincitori, ai quali sono andati, oltre agli attestati di rito, i premi offerti (corsi di lingue e gadget) da International House, sponsor del concorso.
 
Ad aggiudicarsi il primo posto è stata Emma Bondesan della scuola De Gasperi (classe II G). Alle spalle della “reginetta” degli omografi – parole che hanno la stessa grafia ma origine, significato e pronuncia differenti – si sono piazzati, al secondo posto, Sebastiano Stefanoni (classe I H, De Gasperi) e, sul terzo gradino del podio, Andrea Vivabene, (classe III G, Galilei). Menzioni di merito, invece, per Elena Rapretti e Olaf Luilli (classe II F, De Gasperi) e Francesca Barbieri, Bianca Mirabile, Giulia Bugoni e Febe Ferrera (classe II B, Galilei).
 
in allegato: nella foto 1 Emma Bondesan insieme a Luciana Roncaglione Tet, responsabile delle Biblioteche cittadine, nella foto 2 un momento della premiazione


 28 Visite totali,  2 visite odierne