452 Visite totali,  1 visite odierne

Dopo il primo mese è boom di certificati sotto casa

CS SDM

Inaugurata a inizio febbraio, l’iniziativa vanta ora quattro punti autorizzati e un crescente apprezzamento da parte dei cittadini

Piazza Bobbio, via Di Vittorio, via Libertà e Poasco. Sono questi i primi quattro nodi della rete diffusa sul territorio di sportelli abilitati al rilascio delle certificazioni anagrafiche. Dopo un mese dalla partenza dell’iniziativa ideata dall’Amministrazione comunale, l’elenco delle attività aderenti si è allungato, arrivando a includere – oltre a Bob food and more di piazza Bobbio – il Bar d’Angolo di via Libertà, la Cartolibreria Mari di via Vittorio e il Bar Trattoria Bianchi di Poasco, new entry attiva dallo scorso 26 febbraio.

L’incremento del numero di sportelli abilitati al rilascio di certificati fa il paio con un crescente apprezzamento dell’iniziativa da parte dei cittadini di San Donato. Nei ventotto giorni di febbraio, infatti, i punti autorizzati hanno rilasciato oltre 80 certificati (con una media, dunque, di circa tre documenti al giorno), offrendo ai cittadini un servizio efficiente e una comoda alternativa al completamento delle pratiche via web o agli sportelli del Municipio. Chi fosse interessato ad aderire all’iniziativa e offrire il servizio anche nella propria attività è ancora in tempo per manifestare il proprio interesse: l’avviso pubblico, consultabile sul sito bit.ly/sportellidiffusisdm, scadrà il prossimo 31 marzo.

«I numeri dell’iniziativa maturati durante questo primo mese – commenta il Sindaco Andrea Checchi – sono motivo di orgoglio per diverse ragioni. Da un lato dimostrano come gli sportelli diffusi sul territorio, estendendo gli orari di rilascio dei certificati – ora ottenibili anche durante il weekend, abbiano concretamente facilitato la quotidianità di un buon numero di cittadini. Dall’altro testimoniano la bontà di un progetto ideato anche con l’obiettivo di arricchire l’offerta di servizi delle attività sandonatesi, in un periodo segnato da crisi e incertezze. L’auspicio dell’Amministrazione è che, da qui a fine mese, la rete possa ingrandirsi ulteriormente con l’adesione di nuovi esercizi cittadini».