Con i cani, contro le canaglie

L’Amministrazione comunale, in vista delle ferie estive, lancia una campagna per prevenire l’abbandono degli animali domestici. Il messaggio sarà diffuso via web, social e “carta”
 
Le cattive abitudini s’imparano in fretta. Meglio prevenirle, dunque. Il fenomeno dell’abbandono degli animali domestici fortunatamente in città è poco diffuso (5 casi in totale negli ultimi due anni). L’obiettivo dell’Amministrazione comunale, sensibile al tema del benessere di tutti i cittadini di San Donato indipendentemente dal numero di gambe/zampe, è mantenere lo status quo, cercando eventualmente di migliorarlo (attraverso l’azzeramento degli episodi scellerati di abbandono).  Per questo, come già accaduto lo scorso anno, l’Assessore alla Tutela Animali Andrea Battocchio ha commissionato all’Ufficio Comunicazione dell’Ente una campagna istituzionale per sensibilizzare i cittadini e quanti gravitano attorno alla città. Lo slogan, che sarà diffuso attraverso tutti i canali comunicativi del Comune (cartacei, digitali e social), è «Siate cani, non canaglie. Lui non ti abbandonerebbe per nessun motivo e tu? L’amicizia non va in vacanza».
 
«Come lo scorso anno – spiega l’Assessore Battocchio– la campagna è stata orchestrata attorno alla figura del cane, animale a cui nell’immaginario collettivo si abbina la piaga degli abbandoni. L’invito a rifuggire questa pratica bestiale, ovviamente, è esteso a tutte le specie ospitate nelle nostre case che meritano di trascorrere un’estate serena come tutti noi».

 2 Visite totali,  1 visite odierne