Catturato il rapinatore delle edicole

Catturato il rapinatore delle edEra diventato l’incubo delle edicole di San Giuliano Milanese. Ad arrestarlo i carabinieri di San Donato.

La merce sequestrataColpiva nell’arco orario compreso tra le sei e le sette del mattino con il favore dell’oscurità e della nebbia. Gli inquirenti ritengono che fosse proprio lui ad avere già messo a segno due rapine, entrambe ai danni dell’edicola di Piazza Italia il 9 e il 20 gennaio. Armato di pistola, a volta scoperto, fingendosi un cliente mattutino si presentava in edicola, ma una volta all’interno svelava le sue vere intenzioni e, spianata una pistola, si faceva consegnare fondo cassa e Gratta&Vinci per poi scomparire tra i dedali delle vie deserte e buie del centro cittadino.

Ma i carabinieri da giorni erano sulle sue tracce. Dopo la seconda rapina consumata ai danni dell’edicola di Piazza Italia, i militari avevano delineato un modus operandi consolidato ed erano certi che il rapinatore avrebbe colpito ancora scegliendo lo stesso obiettivo, un’edicola, e agendo nella solita fascia oraria, quella che precede le prime luci del giorno. Per questo motivo gli uomini dell’Arma da alcuni giorni avevano intensificato i servizi di pattuglia, effettuando un vero e proprio costante servizio di vigilanza dinamica su tutte le edicole e i bar del centro cittadino con lo scopo, da un lato, di prevenire ulteriori episodi e, dall’altro, di reprimere un’eventuale nuova rapina: il momento giusto non si è fatto attendere.

Ed è così che sono riusciti a bloccare Guazzo Gennaro, classe 1981, napoletano residente a San Giuliano che, dopo il passaggio dei militari, si è fiondato nel chiosco e spianata la pistola si è fatto consegnare il fondo cassa, razziando tutte le schede di ricarica telefonica. Un bottino di quasi 400 euro. E via di corsa lungo via Serrati. Ma il rapinatore non aveva considerato la presenza di una seconda pattuglia di carabinieri che proprio in quel momento si trovavano a meno di un isolato di distanza e che, ricevuta la segnalazione della rapina, si sono precipitati sul posto, seguendo la via di fuga indicata loro dall’edicolante.

In meno di due minuti gli uomini dell’Arma lo hanno raggiunto e immobilizzato nella vicina via Marconi. Dichiarato in stato di arresto il malfattore è stato associato immediatamente alla casa circondariale di Lodi in attesa del giudizio di convalida da parte del Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Lodi.