Home » Blog » Venerdì 21 marzo in scena “D’Uomo D’Onore, a cento Passi dal Duomo, capitolo secondo”

Venerdì 21 marzo in scena “D’Uomo D’Onore, a cento Passi dal Duomo, capitolo secondo”

Venerdì 21 marzo, in occasione della diciannovesima edizione della Giornata della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime delle mafie promossa dall’associazione Libera e Avviso Pubblico (a cui il Comune di San Giuliano Milanese si è iscritto l’anno scorso), al cinema teatro Ariston (via Matteotti 42) andrà in scena”D’Uomo D’Onore, a cento Passi dal Duomo, capitolo secondo” di Giulio Cavalli: lo spettacolo fa parte di “TeatroeDintorni”, la rassegna teatrale organizzata dall’assessorato alla Cultura e dedicata al dottor Giuseppe Pota. L’ingresso è a offerta libera: il ricavato sarà devoluto alla Consulta delle associazioni culturali. Inizio alle ore 21. 
“Non mi stancherò mai di ripetere un concetto che è anche la linea guida del mio impegno personale su questo tema: fare Cultura significa compiere il primo passo concreto per contrastare le mafie.
L’ignoranza è terreno fertile per chi cerca proseliti disposti a fare una vita basatasulla criminalità: al contrario, una vera e propria ‘Cultura della Legalità’ può rappresentare un prezioso strumento di prevenzione e formazione”, ha commentato l’assessore alla Cultura. Maria Morena Lucà sottolinea: “dal 1996, ogni 21 marzo si celebra la Giornata della Memoria e dell’Impegno per ricordare le vittime innocenti di tutte le mafie.
E’ il primo giorno di primavera: simbolicamente, deve esserlo anche per il risveglio delle coscienze.
Rifiutare in modo netto e deciso tutto ciò che ruota intorno alle mafie: noi ne facciamo un principio cardine. Sin dal nostro insediamento nel giugno 2011 a San
Giuliano l’impegno profuso è stato tangibile e costante: così sarà sempre”. 
Il Consiglio Comunale di San Giuliano il 6 febbraio 2012 ha approvato all’unanimità l’istituzione della “Giornata dell’impegno contro la criminalità organizzata e in
ricordo delle vittime delle mafie”.
In tutta Italia il 21 marzo saranno letti gli oltre 900 nomi delle vittime innocenti; la memoria e l’impegno proseguiranno il giorno 22 a Latina per la diciannovesima edizione dell’iniziativa, che è anche occasione di incontro con i familiari delle vittime che in Libera hanno trovato la forza di risorgere dal loro dramma.
– “Libera. Associazioni, nomi e numeri contro le mafie” è nata il 25 marzo 1995 con l’intento di sollecitare la società civile nella lotta alle mafie e promuovere legalità e giustizia. Attualmente Libera è un coordinamento di oltre 1500 associazioni, gruppi, scuole, realtà di base, territorialmente impegnate per costruire  sinergie politicoculturali e organizzative capaci di diffondere la cultura della legalità.
– Avviso Pubblico. Enti locali e Regioni per la formazione civile contro le mafie, è un’Associazione nata nel 1996 con l’intento di collegare ed organizzare gli Amministratori pubblici che concretamente si impegnano a promuovere la cultura della legalità democratica nella politica, nella Pubblica Amministrazione e sui
territori da essi governati. Attualmente Avviso Pubblico conta più di 240 soci tra Comuni, Province, Regioni: tra questi enti figura anche San Giuliano Milanese.

 20 Visite totali,  2 visite odierne

CS SGM