Home » Blog » Un momento di pausa per il neo Sindaco Segàla

Un momento di pausa per il neo Sindaco Segàla

Il neo sindaco Marco Segàla incontra i ragazzi dell’Oratorio di Zivido, dove collabora Suor Giuseppina, la sua “maestra” dei tempi dell’asilo. Staccando così la spina per qualche minuto, dai numerosi impegni di inizio mandato, per dedicarlo ai ragazzi che in questo periodo frequentano l’oratorio feriale.

E’ stato un commovente incontro mercoledì pomeriggio 29 giugno, quello della maestra e del suo alunno avuto in classe 22/25 anni fa. Prima che il sindaco arrivasse, ci dice che dopo che ha lasciato la scuola materna Brivio Sforza, non aveva avuto più modo di incontrarlo fino al mese scorso, quando ancora in campagna elettorale,  aveva partecipato al concerto di fine anno della scuola materna. Poi, quando don Emanuele le chiede se ricordasse qualcosa di Marco, divertita racconta il suo ultimo giorno di scuola materna, che ricorda ancora come fosse stato ieri: quel giorno non voleva proprio andare a casa…sua madre Patrizia aveva dovuto fare quattro viaggi prima di convincerlo!

Galleria Fotografica

{gallery}https://www.flickr.com/photos/recsando/sets/72157667659423824/{/gallery}

Poi don  Emanuele dà la parola ai bambini, curiosi di sapere cose che li toccano da vicino. I primo bambino, componente del Consiglio Comunale dei ragazzi, gli chiede cosa cambierà con lui a San Giuliano….Però!..svegli questi bambini! La risposta del neo sindaco è molto chiara. Una delle priorità sarà la messa in sicurezza delle scuole, perché  i  bambini ci passano la maggior parte del loro tempo e dunque deve essere un luogo sicuro, e il sindaco è responsabile della loro incolumità. La seconda domanda è altrettanto “difficile”: Visto che l’Ariston non lo usa nessuno…non puoi farlo usare a noi bambini per le recite? Domanda difficile, e la risposta che non li accontenta…..è (per ora) negativa. < Attualmente il cinema non è  del Comune, non  ha l’Assicurazione e comunque ha bisogno di lavori. Per cui non essendo possibile utilizzarlo, bisognerà trovare uno spazio idoneo alle esigenze dei ragazzi>. La terza domanda, è sul programma che riguarda lo sport/calcio, e le piste ciclabili.  Per quest’anno, risponde Segàla,  è stata concesso che gli impianti possano essere ancora utilizzabili, e non era scontato che lo sarebbero stati.   (erano di proprietà di Genia, ma  essendo fallita, la gestione è in mano al curatore fallimentare n.d.r.) Il progetto con scadenza 2021 è un grande centro sportivo che comprenda più discipline,  da realizzare a costo zero per l’Amministrazione Comunale. Mentre per le piste ciclabili, le  esistenti sono sparse e scollegate tra loro. Più difficile per ora  la realizzazione di una pista ciclabile unica che possa collegare la città a Civesio, Sesto, Rocca Brivio,  causa mancanze risorse economiche. A meno che non arrivino nuovi  oneri urbanistici da utilizzare a questo scopo.

L’ultima domanda è di parte…che progetti hai per gli oratori? “Sono consapevole, risponde l’ex utente dell’oratorio San Luigi,  che gli oratori delle sette parrocchie si fanno carico (a costo zero per il comune…. forse viene data una mancia) di circa duemila piccoli sangiulianesi  durante il periodo estivo  grazie alla volontà dei sacerdoti, di cui si diventa amici, degli animatori e dei tanti volontari che aiutano, perché farlo è per loro una missione.  L’oratorio è un luogo di incontro, dove ci si trova come in famiglia. E oggi non è più a frequenza esclusiva dei cattolici, ma viene frequentato anche da islamici e altre religioni, per cui il comune si impegnerà a stanziare un  contributo importante”.
Termina don Emanuele, assicurando l’apporto delle parrocchie e della diocesi finché si potrà, in questo delicato compito formativo ed educativo. E infine gli augura buon lavoro con un applauso di incoraggiamento.

Redazione RecSando-Angela Vitanza

 6 Visite totali,  2 visite odierne