Un Flash Mob per dire … BASTA ! – Comitato di Vittorio/Parri/Certosa

Come sapete è dall’8 novembre 2014 scorso che la staccionata del parco giochi di Via Di Vitorio è stata vandalizzata e, successivamente, ulteriormente rotta.

Il Comitato di Vittorio/Parri/Cerrtosa  ha chiesto un incontro con il primo Cittadino, che è avvenuto immeditamente,  13 novembre. Durante l'incontro il Sindaco Andrea Checchi, così dice il Comitato, aveva promesso un intervento immediato, il giorno seguente, poiché condivideva con loro l’idea che la ricostruzione immediata di quanto distrutto fosse l’unico segnale forte di distanza e condanna dell'atto vandalico, per creare "terra bruciata" e isolare chi compie queste azioni, mostrandone la stupidità e l'inutilità.

Purtroppo a distanza di mesi questo non è avvenuto ed ormai si è perso questo possibile significato della ricostruzione. Rimane il fatto che la staccionata è ancora rotta; poco tempo fa il Comitato ha ulteriormente segnalato, (e sono anche state portate via dal Comune) la presenza di assi divelte con chiodi sporgenti.
Ad oggi, 1 Marzo 2015, oltre a mancare la maggior parte dello steccato, vengono continuamente staccati pezzi che, con i chiodi sporgenti, risultano pericolosi per i piccoli frequentatori del parco.

Più si aspetta ad intervenire, più la situazione peggiora, con un esborso sempre maggiore di soldi pubblici che bisognerà usare per riparare il tutto.  E' per questo motivo che oggi 1 Marzo 2015, alle ore 11.30 il Comitato ha organizzato un Flash Mob, al quale noi della Redazione RecSando siamo stati invitati come testimone mediatico.
Un Flash Mob nato quindi per il solo motivo di riportare all'attenzione dell’Amministrazione comunale la situazione del parchetto e dove il Comitato con questa azione vuole sottolineare l'amarezza per la mancata attivazione del ripristino dell'area, che avrebbe dovuto essere immediata.
Ore 11.30, molti cittadini si incontrano nell'area del parco giochi, un lenzuolo viene steso a terra. Ed ecco che grazie ad una bomboletta spray, il lenzuolo prende vita, non più un semplice lenzuolo ma il portavoce della protesta. E quando la scritta è terminata, ecco che lo prendono con cura, lo appendono nel parco giochi. Non si può dire, ma si vede che sono arrabbiati, tutti si radunano li vicino e in coro gridano "BASTAAAAA !! "
Saranno ascoltati ? Ai posteri l'ardua sentenza.

Redazione RecSando – Staff

 5 Visite totali,  1 visite odierne