Verde

00621 taglio bosco

Abbattuto l’ultimo bosco veramente naturale di San Donato Milanese

C’è una grande amarezza e tanta rabbia nei confronti della Provincia di Milano, dell’ente Parco Sud e non sappiamo se “incolpevole” del Comune di San Donato: un territorio che ora piange la scomparsa dell’ultimo bosco naturale, un’area di oltre tre ettari lungo le sponde del fiume Lambro.

“La nostra associazione -commenta Giorgio Bianchini, presidente Wwf sud Milano- nel corso degli ultimi anni si era spesa pubblicamente e a più riprese per salvarlo, per farlo conoscere alla cittadinanza, impiegando molte ore di lavoro e energie per elaborare progetti di valorizzazione. Lo avevamo battezzato Bosco degli ex Pioppeti: adesso dobbiamo riferirci a quell’area con una ‘ex’ in più”. Per chi conosce il luogo, ci si riferisce alle due porzioni di boschi limitrofe che si estendevano su un’ampia superficie dietro al cimitero di San Donato, in un angolo della grande area agricola che va dalla via per Monticello al Lambro e dai laboratori ENI verso sud, fino al confine con San Giuliano Milanese. Adesso non esiste più nulla, è bastato un atto formale di abbattimento per vanificare anni di impegno per tutelarlo.

 4 Visite totali

CS SDM

San Donato ha il “pollice verde”: 10 biciclette elettriche per il Comune

L’Ente è stato selezionato dal Ministero dell’Ambiente per la sperimentazione della E-byke0: un prototipo a pedalata assistita ad alto rendimento e zero emissioni

Il Comune di San Donato potrà disporre di dieci biciclette elettriche di ultima generazione a servizio dei propri dipendenti. L’Ente è stato infatti scelto dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare per la sperimentazione, avviata in collaborazione con Ducati Energia Spa, di un veicolo elettrico ad alto rendimento e zero emissioni (la E-byke0), vedendosi riconosciuta la validità della propria manifestazione d’interesse inviata nei mesi scorsi.

«L’obiettivo della sperimentazione – spiega l’Assessore alla Mobilità Simona Rullo – è rafforzare e integrare le azioni di mobilità sostenibile adottate dal Comune per ridurre l’inquinamento atmosferico e la congestione del traffico, diffondendo contestualmente la cultura della mobilità sostenibile e l’utilizzo di mezzi di trasporto a impatto ambientale ridotto per gli spostamenti quotidiani. Si tratta di un ulteriore passo nella direzione intrapresa da questa Amministrazione con scelte come il potenziamento della velostazione. Dimostriamo in questo modo come Ente di essere noi per primi sensibili alle tematiche della mobilità sostenibile».

 3 Visite totali