Home » Blog » Si rinnova il legame con Bussy Saint Georges

Si rinnova il legame con Bussy Saint Georges

Il saluto dell'Amministrazione agli studenti francesi in visita a San Giuliano
Proseguono le iniziative con Bussy Saint Georges, la cittadina francese alle porte di Parigi con la quale San Giuliano è gemellata dal 2002. Martedì 3 marzo 2015, alle ore 11 in Aula Consiliare, l'Amministrazione Comunale saluterà gli alunni francesi, che saranno ospiti a San Giuliano Milanese fino a domenica 8 marzo, in virtù del progetto di interscambio culturale legato proprio al gemellaggio con Bussy Saint Georges.
Si rinnova e si rinforza quindi il legame tra gli studenti del Liceo Linguistico “Primo Levi” e i loro coetanei del “Martin Luther King”. Ora è il turno dell'arrivo dei ragazzi d'Oltralpe: sono infatti una ventina i giovani francesi delle classi quarte che arriveranno in Italia lunedì 2 marzo e che, accompagnati dai loro docenti, saranno accolti dalle famiglie che li ospiteranno.  Nel corso della loro permanenza, alcuni docenti del Liceo Linguistico e i loro coetanei li coinvolgeranno in una serie di molteplici attività. Il programma della settimana è fitto e articolato: prevede attività didattiche e sportive, momenti culturali come la gita a Mantova e la visita ad alcuni dei più noti musei di Milano – tra cui quello del Teatro alla Scala – e ai monumenti più rappresentativi.
Non mancheranno, naturalmente, anche momenti di svago e divertimento. Finalità generale del progetto di interscambio è non solo il continuo approfondimento dello studio delle due lingue, francese ed italiano, ma anche la conoscenza e la comprensione delle reciproche culture, tradizioni e storie.

“Siamo soddisfatti dell'evoluzione delle attività educative e culturali che riguardano gli studenti e che rientrano nel programma delle iniziative legate al gemellaggio con Bussy Saint Georges – commenta l'Assessore alla Cultura con delega ai Gemellaggi, Maria Morena Lucà. Il coinvolgimento dei nostri ragazzi diventa quindi un'occasione importante per sviluppare e accrescere la consapevolezza che il dialogo e lo scambio tra metodi educativi e culture siano un vantaggio, un'opportunità da cogliere e un arricchimento per tutti. Nell'Europa di oggi, riteniamo fondamentale investire nella crescita umana e culturale delle nuove generazioni. Per questo, la nostra Amministrazione continuerà a sostenere progetti di interscambio, in cui si riconosce e crede fermamente. Sono convinta che le donne e gli uomini di domani saranno tali se avranno ben chiaro il concetto che la cultura si nutre e si alimenta attraverso il confronto delle idee e del patrimonio di ogni “cittadino del Mondo”. 

 9 Visite totali,  2 visite odierne