Home » Blog » Si è chiarissimo ! La prima WebAPP che fornisce un servizio giuridico senza rivolgersi ad un avvocato

Si è chiarissimo ! La prima WebAPP che fornisce un servizio giuridico senza rivolgersi ad un avvocato

chiarissimo.com si occupa di risolvere i piccoli problemi legali quotidiani in modo facile, veloce ed economico grazie all’utilizzo di una piattaforma informatica.

Si tratta – insomma – di un progetto sia tecnologico (è la prima WebApp che fornisce un servizio giuridico) che civico, considerato che alla base del nostro lavoro c’è l’idea che tutti debbano avere il diritto di risolvere problemi di natura giuridica senza doversi per forza rivolgere ad un avvocato.
L’origine di tutto, risale ad un concetto sia giuridico che linguistico che nei paesi anglosassoni ha preso il nome di Plain Language, è una cosa a cui noi crediamo molto.


Chiarissimo.com approda su Eppela: la piattaforma internazionale di raccolta fondi ha scelto il nostro sito!
Eppela – piattaforma online che si occupa da anni di raccolta fondi sia a livello nazionale che internazionale – tra tanti progetti ha scelto Chiarissimo.com.
Dallo scorso 7 maggio 2018 Eppela ha dato spazio sulla propria piattaforma a Chiarissimo.com: accedendo alla nostra area personale sul sito di Eppela (https://www.eppela.com/it/projects/17759-chiarissimo-com-risoluzione-problemi-legali) è possibile conoscere il nostro progetto e finanziarlo acquistando delle pratiche a prezzivantaggiosi.

A colpire il noto sito Eppela sono state l’originalità e la semplicità del servizio offerto daChiarissimo.com.
Il nostro sito infatti si serve di una piattaforma online – ideata completamente dal nostro informatico Giulio Fronterotta – all’interno della quale ciascun utente ha accesso alla propria area riservata e può caricare documenti e gestire le proprie pratiche comodamente da casa, in linea continua con i nostrigiuristi.
Chiarissimo.com fornisce ai suoi utenti 3 diversi servizi:

  • Il traduttore (servizio gratuito). Una sorta di traduttore automatico che permette agli utenti di comprendere molti termini e concetti presenti nei contratti deiconsumatori.
  • Il consulente online. L’utente ci invia la comunicazione o gli atti che non riesce a comprendere e noi gli spieghiamo il contenuto dei documenti in un linguaggio comprensibile indicandogli quali sono i rimedi autonomi che può esperire per risolvere ilproblema.
  • Il redattore rivolto ad aziende di consumo e pubbliche amministrazioni. L’ente ci fornisce il modello di comunicazione che vuolechevengacapitomaggiormentedaicittadini/clientienoigli

forniamo un modello alternativo che rispetti gli stessi requisiti di legge ma che sia anche più chiaro per il destinatario.

Alcune precisazioni. Oltre a Giulio, che ha creato da zero la piattaforma informatica, siamo giuristi. Stefania è abilitata alla professione di avvocato e Giorgio è un giuristi che attualmente si occupa di informativa privacy. Le nostre traduzioni dal cosiddetto “giuridichese” o “burocratese” rispettano sempre tutti i requisiti imposti dalle varie normative.
Ciò che ci ha spinto a creare Chiarissimo.com è il bisogno sempre costante negli utenti di ricevere un aiuto in tutte quelle situazioni in cui esistono rimedi autonomi per la risoluzione di problematiche giuridiche. Molto spesso gli avvocati di oggi hanno un approccio del tutto simile a quello che avevano i loro colleghi di decenni fa. Il cliente viene in studio, spiega tutta la situazione nel suo complesso e delega totalmente l’avvocato: poi ci rivediamo a sentenza. Non vogliamo dire che questo sia giusto o sbagliato, ma dal punto di vista “imprenditoriale” riteniamo che oggi le esigenze delle persone coprano anche altre situazioni e che quindi ci siano tutta una serie di casi nei quali le persone possono essere aiutate ad applicare gli strumenti che la legge gli mette a disposizione, strumenti che non prevedono l’intervento di un avvocato ma che talvolta non sono di facileaccesso.
In altre parole non vogliamo sostituirci agli avvocati, ma vogliamo fornire un servizio diverso pur avendo anche noi competenze giuridiche. Oggi è necessario fornire risposte più veloci, spesso su questioni che una volta sarebbero state considerate secondarie e minori. Oggi le persone sono più diffidenti e bisogna conquistarsi la loro fiducia ad ogni piccolo servizio.
Infine, anche grazie a internet, oggi le persone hanno la possibilità di accedere a strumenti che prima erano preclusi: questo non deve essere visto come un ostacolo per il giurista, ma come un’opportunità.
Il nostro spirito è stato colto in pieno da Eppela, quindi fino al 16 giugno 2018 potrete trovarci anche sul sito di Eppela
(https://www.eppela.com/it/projects/17759-chiarissimo-com-risoluzione-problemi-legali) e aiutarci a finanziare il nostro progetto.

Giorgio, Stefania e Giulio ti invitano a visitare il sito www.chiarissimo.com

staff RecSando
fotografia – luigi sarzi amadè

#BikePoint: PARTECIPA ANCHE TU ALLA CAMPAGNA DI RACCOLTA FONDI PER POSIZIONARE RASTRELLIERE PER LE BICICLETTE NEL SUD EST MILANO


Gli articoli di RecSando / Bicipolitana Network sono in linea grazie alle Convenzioni con gli esercizi commerciali che aderiscono al progetto #BikePoint  La mappa interattiva dei #BikePoint presenti sul territorio, viene costantemente aggiornata [visita la #MapHub] Diventa #BikePoint, compila il modulo di adesione
 

 

 21 Visite totali,  2 visite odierne