Progetto 3-13 vivere sicuri: a Melegnano la Protezione Civile premia gli studenti.

Si è svolta lunedì sera nell' aula consiliare del Comune di Melegnano, la serata conclusiva del percorso degli studenti di terza media , con le premiazioni dei lavori più attinenti al progetto.

Avviata nel 2002, l’iniziativa  3-13 si rivolge a scuole dell'infanzia, primaria e secondaria di 1°grado. La sua finalità  è  quella di promuovere l'educazione ad una cultura della sicurezza verso se stessi e gli altri con il contributo dei  volontari della protezione civile di Melegnano.
Ad accogliere il numerosi studenti, accompagnati da genitori e insegnanti, il  sindaco Vito Bellomo, l'Assessore alla Protezione Civile Fabio Raimondo,  la Vice -Presidente del Consiglio Comunale Silvana Palma,  il neo-comandante della sezione Antonino Bonomo, il responsabile del progetto, nonchè ex-comandante,  Marco Nordio con altri volontari,  due dei quali premiati anch'essi per l'impegno profuso: Nunzio Costanzo e Pierluigi Galliena. Al tavolo degli ospiti, anche la dirgente dell'stituto  Italo Calvino Laura Cusinato e per l'Istituto Frisi la Prof.ssa  Maria Luisa Sacchetti.
ll sindaco Vito Bellomo, ha apprezzato molto il lavoro svolto da studenti, insegnanti e volontari. La sfida per la sicurezza della Città di Melegnano è molto grande, dice il primo cittadino: : in 5 chilometri quadrati di territorio, vi sono svincoli autostradali, strade provinciali, regionali e comunali, ferrovia e il pensiero più grande, ovvero il fiume Lambro che attraversa la Città, e che ha più volte dato preoccupazione. Quindi ben vengano questi progetti che coinvolgono i ragazzi: saranno pronti domani ad affrontare eventuali emergenze.  Anche l'Assessore Raimondo ha elogiato studenti e volontari per l'impegno. "la Protezione Civile è  la delega più semplice tra quelle che ho, alcune sono anche delicate, perchè  il Gruppo dei Volontari è molto preparato". Anche una parola di incoraggiamento agli studenti, che "non sono svogliati come vengono spesso descritti". 

{gallery}https://www.flickr.com/photos/recsando/sets/72157679369726252/{/gallery}
 

L'Ing. Nordio ha descritto i lavori svolti dagli studenti,  intanto che venivano proiettati sul bianco muro. Chiedendo a loro stessi di descrivere il lavoro. Cosi si sono viste grandi mappe, per eventuali emergenze da affrontare, con punti di raccolta o vie di fuga, con vademecum di comportamenti da tenere e numeri da contattare.
Al termine le premiazioni, che hanno visto tre classi del Calvino  Sez. A-B-C-e una del Frisi -Sez A. salire sul podio. A ogni "volontario"  è stata consegnata la pergamena – attestato di partecipazione, con l'auspicio che in futuro qualcuno di loro voglia indossare la divisa. Aggiungerei la speranza  che l'impegno dedicato a questo progetto, continui nel  futuro, sottoforma di impegno per la  salvaguardia dell'ambiente. E' questa infatti la maggior prevenzione affinchè diminuiscano  i rischi legati ai disastri ambientali, che i volontari sono spesso chiamati a fronteggiare.

 

Redazione RecSando Angela Vitanza – Foto Luigi Sarzi Amadè