Home » Blog » Problemi in mensa: verifiche in corso

Problemi in mensa: verifiche in corso

Il Comune ha chiesto chiarimenti urgenti al gestore del servizio per i casi riscontrati ieri nelle scuole Calvino, D’Acquisto e Mazzini
 
«Tutti i tre centri hanno utilizzato lo stesso lotto di pennette integrali biologiche (scadenza al 13/05/2018); il lotto è stato consegnato presso le nostre cucine in data 08/09/2016 e conservato adeguatamente nei magazzini a disposizione». Questa la nota inviata dai responsabili di Elior, attuale gestore del servizio mense, per chiarire gli incresciosi episodi accaduti ieri nelle mense delle scuole primarie Calvino, D’Acquisto e Mazzini, dove sono state rinvenute larve di lepidotteri di piccole dimensioni 2/3mm (infestanti caratteristici dei cereali e prodotti derivati, quali la pasta) nelle pennette al pesto preparate per i bambini.

 
«Appena riscontrata la non conformità – prosegue la nota di Elior – abbiamo tempestivamente ordinato il blocco a magazzino del lotto di merce non conforme, inviato al fornitore specifica richiesta del dossier completo di tracciabilità del lotto con approfondita analisi delle cause del problema e riunito il personale delle cucine del Comune di San Donato per condividere e approfondire la problematica riscontrata, ribadendo i concetti base di corretta gestione delle derrate in fase di ricevimento, conservazione e utilizzo delle stesse». 
 
«Cogliamo l’occasione – conclude il gestore – per rassicurarvi e assicurarvi che presso tutti i centri di produzione del Gruppo Elior, il processo di produzione dei pasti è rigorosamente sotto controllo tramite l’applicazione costante di un Protocollo igienico-sanitario di sicurezza alimentare predisposto e documentato, nel rispetto delle disposizioni operative impartite dalle normative e dai regolamenti vigenti (Reg. CE 852/2004 Igiene dei prodotti alimentari, Reg. 178/2002 in materia di tracciabilità degli alimenti).[…] Spiacenti per l’inconveniente accaduto, provvederemo a relazionarvi in merito alle eventuali cause».
 
«Preso atto di quanto comunicatoci dal gestore in prima istanza – commenta l’Assessore all’Istruzione Chiara Papetti – pretenderemo che venga fatta chiarezza su questo grave incidente per individuare le responsabilità e, soprattutto, per evitare che situazioni così deplorevoli possano ripetersi in futuro. Pur essendo il Comune stesso parte lesa nella vicenda, riteniamo doveroso chiedere scusa a nome dell’Ente alle famiglie, assicurando loro che imporremo a tutti i soggetti coinvolti nelle attività di controllo, già costanti e capillari, di eseguirle con maggiore frequenza e attenzione. Su questo punto abbiamo già avuto la piena disponibilità da parte di Elior».
 
«Nel frattempo – aggiunge il Sindaco Andrea Checchi – abbiamo dato indicazione agli uffici affinché i pasti erogati ieri nei tre plessi non vengano addebitati alle famiglie. Sarebbe surreale che i genitori, oltre al danno di un menù non adeguato servito ai loro figli, debbano subire anche la beffa di sostenerne il costo».
 

 13 Visite totali,  2 visite odierne