Pratone: al via la pulizia, poi la riqualificazione

Da lunedì gli operai di Amsa e Floricoltura San Donato al lavoro per rimuovere sterpaglie e rifiuti. A seguire, l’intervento per trasformare l’area in un Lago verde
 
Damigiane, pezzi di scooter, sacchetti di plastica, vestiti, rami spezzati, sterpaglie.Nei due canali che tagliano il Pratone perpendicolarmente a via Gramsci e nel filare che costeggia via Europa bis c’è questo e molto altro ancora. È quanto è risultato, lunedì scorso, in fase di avvio dei lavori di riqualificazione del Pratone. Per poter avviare il cantiere, alla luce delle condizioni in cui si trova l’area, sì è reso necessario un intervento di pulizia straordinaria già programmato da lunedì prossimo insieme ad Amsa e Floricoltura San Donato – rispettivamente gestori dei servizi d’igiene urbana e manutenzione del verde.         
L’operazione di pulizia è propedeutica all’avvio del cantiere del progetto denominato Lago verde, intervento di riqualificazione leggera firmato dall’ingegner Dario Vanetti di UrbanStudio e interamente finanziato dall’operatore che edificherà un albergo nella zona adiacente alla tangenziale. La rimozione di rifiuti e sterpaglie (salvo condizioni meteo avverse o imprevisti) proseguirà per tutta la prossima settimana.