PAROLE…DI NEBBIA in una notte stellata.

E' ritornata nel primo venerdì di Marzo in sala Previato presso l'ex Municipio in Piazza della Vittoria, la seconda edizione della rassegna musicale dedicata ai grandi autori italiani.

Ha attirato la presenza di oltre un centinaio di persone, complice una bella serata primaverile, lo spettacolo di apertura di questa proposta musicale organizzata dall'Amministrazione Comunale – Assessorato alla Cultura”, in ricordo del grande cantautore italiano del secolo scorso Fabrizio De Andrè a 15 anni della sua scomparsa, con il revival di “Da Bambino volevo guarire i Ciliegi”.
A presentare la rassegna, composta da tre serate, (le prossime due saranno su Aldo Palazzeschi e Pier Paolo Pasolini), anche quest'anno l'Associazione Culturale “OssigenO Teatro”, con le voci di Alessandro Pazzi per il canto e Filippo Bergamo per canto e chitarra.
Era sicuramente molto attesa la serata sul genovese Fabrizio De Andrè, ritenuto uno dei più grandi cantautori italiani.
Nei suoi quasi 40 anni di attività artistica, caratterizzata da molte sue canzoni che raccontano storie di emarginati, ribelli, prostitute, alcune delle quali si possono considerare delle vere poesie. Non si può certamente ricordarlo per una vita tranquilla.
La sua irrequietezza lo vide fuori di casa già a 18 anni, portandolo a condurre una vita definita un po' sregolata.
Ma a 21 anni pubblica il suo primo 45 giri. E inizia l'escalation della sua lunga carriera.

Un'ora e mezza di spettacolo, inframezzando parole e musica, poesia e canzone: Il Suonatore Jones,
La Canzone di Marinella, Fiume Sand Creek, Bocca di Rosa, Don Raffaè..fino a Creuza De Ma, considerato dalla critica come una delle pietre miliari della musica degli anni 80.

 

Da Bambino Volevo Guarire i Ciliegi by Recsando on Mixcloud

 

Redazione RecSando Angela Vitanza
Foto:  Luigi Sarzi Amadè
Podcast: a cura dei servizi giornalistici della Redazione