Home » Blog » Oltre 1,5 milioni per il trasport extraurbano

Oltre 1,5 milioni per il trasport extraurbano

“OLTRE 1,5 MILIONI PER IL TRASPORTO EXTRAURBANO, COSÌ EVITIAMO I TAGLI GRAZIE A MILANO E NON A MARONI"
Si è tenuta martedì 31.10 la prima Conferenza Locale del Trasporto Pubblico. È stato di fatto il momento formale di avvio dei lavori della nuova “Agenzia di Bacino” che si è costituita per organizzare e definire in modo stabile e strutturato la partecipazione condivisa su programmazione, monitoraggio e controllo dei servizi di trasporto pubblico locale nel territorio della Città Metropolitana di Milano, nelle province di Monza e Brianza, Lodi e Pavia.
Possiamo dire che siamo ad una svolta epocale sul tema dei trasporti. L’obiettivo strategico è spostare i cittadini dall’auto privata al trasporto pubblico in tutte le sue espressioni di mobilità e di sharing e per la prima volta si assiste concretamente ad un potenziamento delle risorse e delle infrastrutture che vedono una loro espansione verso le direttrici esterne dell’area metropolitana. Più risorse, più pianificazione ma anche partecipazione.  Questi i tre elementi cardine di questo piano di lavoro sul TPL che entro il 2018 definirà il programma dei servizi del bacino, il sistema tariffario integrato e predisporrà gli atti di affidamento dei servizi. Le forme di partecipazione prevedono invece un primo incontro locale entro dicembre ed un secondo entro marzo 2018 che si terranno a Peschiera Borromeo per il nostro ambito che si estende dall’adda martesana al sud-est. Inoltre sono previsti tavoli di lavoro sulla integrazione tariffaria e sulla accessibilità ai servizi di trasporto.
Il Sud-Est vede quindi confermata la progettazione della “metrotranvie BRT” da M3 San Donato a Paullo (una simile sarà avviata anche da Cologno Nord a Vimercate) e finalmente si concretizza la prospettiva di avere una integrazione organizzativa, oraria e tariffaria che consentirà ai cittadini spostamenti realmente continuativi e semplici da e verso Milano.
Tutto questo, si potrà fare tenendo conto anche del fatto che lo scorso giugno il Governo ha incrementato le risorse economiche ed ha previsto 143 milioni di euro per il fondo di trasporto pubblico, questo significa che la Regione Lombardia avrà a disposizione circa 25 milioni di euro in più per il trasporto pubblico. È importante che li ridistribuisca immediatamente nei territori al servizio dei cittadini, visto che per evitare ulteriori tagli alle linee extraurbane in questi ultimi mesi del 2017 si è dovuti ricorrere al sostegno del Comune di Milano che ha messo a disposizione 1 milione e 600 mila euro.
La decisione presa dal Sindaco Beppe Sala e dall’Assessore Marco Granelli ha il merito di guardare alle esigenze dei territori e di dare risposte concrete, cosa che non sta facendo la Regione Lombardia che gestisce i fondi stanziati dal Governo sui trasporti pubblici. Milano ha scelto, è ora che anche la Regione Lombardia scelga il trasporto pubblico come una sua priorità.

Partito Democratico Zona Sud-Est Milanese

 3 Visite totali,  2 visite odierne