Home » Blog » Non c’è più tempo da perdere !

Non c’è più tempo da perdere !

E’ il messaggio che sembra voglia trasmettere  il Comitato di Cultura Locale, indicendo la prima Conferenza Stampa da quando si è ufficiosamente costituito nel novembre 2013.

 

Non c’è più tempo, bisogna mettere in moto il progetto più importante nella breve scadenza: Far conoscere, far interessare, far riscoprire la fame di cultura che c’è sul nostro territorio, per cui far capire l’importanza del  cinquecentesimo Anniversario della Battaglia dei Giganti, che cadrà esattamente tra un anno.
La conferenza si svolge sul Luogo sul luogo più appropriato, siamo infatti  ospiti della Parrocchia di Zivido, che annovera nel giardino adiacente la Lapide in cui campeggia la scritta EX CLADE SALUS – Dalla sconfitta viene la Salvezza – motto coniato dagli svizzeri dopo la sconfitta nella Battaglia ad opera dei Francesi.

In seguito a quella carneficina, le autorità governative della Confederazione Svizzera, stabilirono che non sarebbero mai più scesi in battaglia i loro soldati, nemmeno se prezzolati: era stata dichiarata quella neutralità che ancora oggi caratterizza la Svizzera, esprimendo la volontà di non essere mai più coinvolti in nessuna guerra”.

Anche la data scelta per questa conferenza ha un suo perché: il 16 settembre ricorre il centenario della morte di Don Raffaele Inganni e infatti, a seguire c’è la messa in Suffragio del sacerdote che per primo iniziò a interessarsi a  quanto successe 500 anni  fa, e cosa conservava  il territorio Zividese di quella Battaglia.

Per il Comitato, nato da un’idea di Cristiana Amoruso,  attivista di Italia Nostra come anche Valeria Dainese ,  Don Emanuele Kubler Bisterzo, solo da tre anni a San Giuliano, ma ormai esperto conoscitore della storia locale, Pierino Esposti  autore del libro “L’invasione dei Giganti” che racconta bene cosa successe, e che fino allo scorso anno ha “guidato la manifestazione di revocazione storica della Battaglia, Maria Cristina Tosi e Manuela Baldi, “Tirolese di passaggio a San Giuliano” nonché presidente della Consulta che racchiude le Associazioni culturali Sangiulianesi, è molto importante cominciare il proprio percorso con questa iniziativa, la prima di una serie che verranno man mano presentate.

E' anche il primo gesto “visibile” a molti, cioè la pulizia in agosto dei pilastri d’ingresso del Monastero “Alla Vittoria”, ora ben visibili a chi transita sulla via Emilia, all’altezza del cimitero, è stato un modo per invogliare a “entrare” nella storia della nostra città.
 

Il primo appuntamento, ci dice la Baldi, è per Venerdì 19 Settembre, nel salone della Parrocchia. Don Emanuele parlerà proprio della figura di don Raffele Inganni. –  a cui seguirà il 10 ottobre la presentazione ufficiale del libro di Pierino Esposti.

Successivamente sono in progetto una serie di conferenze: una su Zwingli, il riformatore svizzero, poi parleremo della moda del tempo, giusto per alleggerire il tiro, per poi riparlare di questa storia con studiosi locali. Il cammino arriverà così al 13 settembre 2015, giorno iniziale della Battaglia, in cui in programma c’è in questa Chiesa una preghiera ecumenica, che coinvolga altre religioni.

Ovviamente, non abbiamo dimenticato EXPO 2015.

Nostro intento è organizzare delle visite guidate, per Sangiulianesi e turisti, con uscite anche in notturna. Per il momento abbiamo il Patrocinio del Comune di Melegnano, e ufficiosamente di quello di San Donato.


Attendiamo di sapere per quello di San Giuliano. Rientriamo anche nel percorso della Valle dei Monaci, e nei nostri pensieri ci sono anche le cascine dei dintorni.

Stiamo facendo un percorso di informazione anche con le scuole che si sono interessate finora, ma siamo disponibili alle richieste che dovessero arrivare.

Siamo in contatto, attraverso don Emanuele, con la Fondazione Pro-Marignano, di cui lui fa parte nel Comitato d’Onore.

Speriamo di trovare presto degli sponsor che si interessino al nostro progetto, per il momento ci autofinanziamo, parteciperemo sicuramente ai bandi che saranno emanati.  
L’intento della costituzione del Comitato, non è limitato alla Battaglia dei Giganti, che ne è stato sicuramente l’elemento “motore”, ma continuare poi a far vivere il nostro immenso patrimonio storico, culturale ma anche, l’avreste detto?.. gastronomico.

Redazione RecSando Angela Vitanza – Foto Luigi Sarzi Amadè

 24 Visite totali,  2 visite odierne