11,109 Visite totali,  23 visite odierne

N>O>I ad Assisi per Salvare il PRATONE contro il PTC – Partito Trasversale del Cemento

L’associazione N>O>I Network Organizzazione Innovazione, ha partecipato alla 60esima edizione della Marcia della Pace Perugia Assisi. Una marcia importante che quest’anno ha avuto come slogan I CARE ( IO CURO, o meglio IO ME NE CURO ) , in opposizione al motto che pare sia la parola d’ordine dei nostri politici sandonatesi “IO ME NE FREGO”.

Lo slogan scelto per questa edizione ha proprio a che fare con la pandemia: I Care.
Tutti i partecipanti, anche su invito degli organizzatori, indossavano le mascherine.
E credeteci, marciare per tutti quei chilometri con la mascherina non è cosa da poco.
Numerosi sono stati i messaggi arrivati, compresi quelli del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, e di Papa Francesco.

Marcia della Pace 2021 - I CARE
Marcia della Pace 2021 - I CARE
Marcia della Pace 2021 - I CARE
Marcia della Pace 2021 - I CARE

Abbiamo deciso di partecipare, marciando da Perugia ad Assisi per sensibilizzare in primis il nostro Comune di San Donato Milanese, (maggioranza e opposizione), tutti i cittadini d’Italia e in particolar modo del Sud Est Milano, per essere parte attiva del cambiamento.

I Care perché “cura è il nuovo nome della pace”, la parola chiave e il monito di don Milani, inteso come prendersi cura delle nuove generazioni, del pianeta, della democrazia.

La scelta di continuare a devastare il suolo vergine, costruire, cementificare, distruggere il nostro Pianeta, continuare a compiere azioni che mettono a rischio tutto l’ecosistema, deve fermarsi.

Abbiamo voluto compiere un grande gesto politico, perché oggi più che mai
BISOGNA FERMARE IL MASSACRO DEL SUOLO.
Associazione N>O>I
un gesto politico contro il PARTITO TRASVERSALE DEL CEMENTO

Quando ci siamo trovati a dialogare con i politici di San Donato Milanese, siano essi di maggioranza e di opposizione, ci hanno sbattuto la porta in faccia. Entrambi nascosti dietro gli slogan dei diritti acquisti, del non si può fare nulla perché tutto è stato già deciso nel passato.

Mai nessuno di loro ha scelto di prendere sul serio la battaglia che il Comitato Salviamo il Pratone sta portando avanti dal 24 Agosto 2020, in difesa di tutto il suolo di San Donato Milanese ( Area San Francesco, Pratone, De Gasperi Ovest, Via Ravenna). Nascosti dietro i loro slogan ( riqualificazione green, interventi per ridare alla città l’utilizzo del Pratone), lo stanno distruggendo.

Nel nostro cammino verso ASSISI, siamo arrivati nella bellissima piazza, dove è situata la Basilica di San Francesco.

Un luogo sacro, ricco di energia, terra di San Francesco, ispiratore della enciclica LAUDATO SI’ del sommo Pontefice.

Marcia della Pace 2021 - I CARE

Il nome Laudato si’ deriva dal Cantico delle creature di san Francesco, che loda il Signore per le sue meravigliose creature. L’argomento principale trattato è l’interconnessione tra crisi ambientale della Terra e crisi sociale dell’umanità, ossia l’ecologia integrale. Papa Francesco ha precisato infatti che “non si tratta di un’enciclica verde ma di un’enciclica sociale”
In questa piazza abbiamo voluto lanciare un appello esponendo lo striscione SALVIAMO IL PRATONE.
Abbiamo scelto questa piazza dove è situata la Basilica di San Francesco, nome del Santo Patrono D’Italia e protettore del Creato, ed è anche il nome dell’area che sarà devastata ( 4 volte il Pratone ), denominata Area San Francesco, situata dietro la ferrovia di San Donato Milanese, parte del SENTIERO DELLE ABBAZIE,  esponendo lo striscione che ha dato il nome al Comitato Salviamo il Pratone.

Ricordiamo che il giorno 17 Ottobre 2021, organizzato da Ecomuseo della Vettabbia e dei Fontanili,  si svolgerà un grande evento patrocinato dai Comuni di Pantigliate e di San Giuliano Milanese con il supporto di altre associazioni e commerciantiper far conoscere e vivere il Sentiero delle Abbazie.

[clicca qui]

SALVARE IL PRATONE .... vuol dire

Salvare il Pratone vuol dire salvare tutti i suoli che nonostante la pandemia, la crisi climatica in atto stanno per essere distrutti.

Lo abbiamo fatto in segno di protesta verso tutti quei politici che si riempiono la bocca di “green”, che ogni domenica vanno in chiesa e non ascoltano il messaggio di Papà Francesco, usano le sue parole nelle loro interviste e poi continuano con le loro politiche di massacro e cementificazione del PIANETA.

È probabile che questi nostri politici sandonatesi, compatti, nei prossimi giorni votino per dare il via alla cementificazione del PRATONE, indisturbati anche dall’inerzia di molti cittadini sandonatesi, convinti che in quel luogo mai nulla verrà realizzato perché è dagli anni ‘70 che si parla di devastarlo.

Costruire sul Pratone oggi, dopo quello che è successo al nostro Pianeta, voler costruire non solo nella parte privata ma anche nella parte pubblica non è un diritto acquisito, è una volontà politica che non vuole prendersi cura delle nuove generazioni, del pianeta, dei cambiamenti climatici, della democrazia.

#salviamoIlPianeta

#noalconsumodisuolo

#iCARE #LaudatoSì #Assisi

#crisiclimatica

#PartitoTrasversaleDelCemento

#SanDonatoMilanese